Il giorno dell’Unità nazionale e delle Forze armate - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

di Angelo Portogallo

«Degno figlio di una stirpe prode e di una millenaria civiltà, resistette inflessibile nelle trincee più contese, prodigò il suo coraggio nelle più cruente battaglie e cadde combattendo senz'altro premio sperare che la vittoria e la grandezza della Patria»

(Milite Ignoto, Medaglia d’oro al valor militare - 1921)

Viva l’Italia, viva la Repubblica e viva le Forze armate: sarà questa la frase più ripetuta e ascoltata nella giornata di domani 4 novembre. Ricorre, infatti, l’anniversario delle fine del primo conflitto mondiale, la festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate. La Festa è stata istituita nel 1919 e, secondo quanto storicamente disponibile, si tratta dell’unica festa che ha attraversato quasi tutte le tappe storiche dello Stivale: quelle liberali, fasciste e repubblicane. Il Capo dello Stato e il ministro dell’Interno inviano annualmente un messaggio di riconoscenza a tutte le forze armate per manifestare riconoscenza a nome del Paese. 

Inoltre, in occasione della Giornata, le cariche più alte dello Stato rendono omaggio alla salma del Milite Ignoto presso l’Altare della Patria a Roma. Occorre ricordare che la tomba del Milite Ignoto contiene i resti di un militare morto in guerra mai identificato, è una tomba “simbolica” che rappresenta, ormai, coloro i quali sono morti in un conflitto. Nel 1924 il Milite Ignoto è stato rivestito della Medaglia d’oro al valore militare. Quest’anno l’appuntamento è come di consueto al Quirinale, alle ore 11, per la Celebrazione della Giornata da parte di Napolitano e la deposizione di una corona d’alloro sulla tomba del Milite Ignoto. 

In tutta Italia si terranno tantissime manifestazioni e celebrazioni per ricordare, proteggere e rafforzare il senso d’appartenenza alla nazione, in particolare nell’attuale momento di instabilità economico-sociale, e alle Forze armate, sempre in prima fila per l’ordine e la sicurezza dei cittadini nelle difficoltà quotidiane così come nelle grandi emergenze. La classica sfilata emozionante delle Frecce Tricolori dell’Aeronautica Militare concluderà la Giornata.

(3 novembre 2013)

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, è molto importante per noi.

Post Bottom Ad

Pagine