Ultime Notizie

Boxe: Mayweather spegne i sogni di gloria dell’eroe filippino

La scorsa notte si è consumato nella scintillante cornice dell'MGM Grand di Las Vegas il fight of the century che ha visto trionfare “pretty boy” sul mai domo Manny Pacquiao. Il match non ha smentito le previsioni dei massimi esperti della "noble art" che avevano appunto previsto un Floyd sempre pronto ad infilarsi sugli errori di un Pac-man sempre all'attacco. A dirla tutta mi sarei aspettato maggiore pressione e ritmo da parte del filippino che spesso e volentieri, invece, smorzava il suo killer instinct snaturando la sua risaputa natura pugilistica, non traendo beneficio fino in fondo dalle sue azioni.


C'è da dire però che si è battuto contro un campione che ha ben poco di umano all'interno delle 16 corde: colpo d'occhio infinito, velocità e coordinazione fuori dal normale, difesa inespugnabile e un footwork degno di essere definito il migliore nei vertici di categoria. Il purosangue statunitense riesce a far diventare "normali" i campioni con cui si batte, li annulla sotto il profilo tattico perché lui è sempre il primo ad imporre il suo tema cucito a pennello sulle sue caratteristiche, in poche parole uno scacchista del ring capace di arginare anche il più forte degli avversari.


L'unico momento di difficoltà è stato al quarto round, quando il mai arrendevole Pacquiao riesce a centrarlo con un perfetto diretto sinistro in pieno volto che costringe Money May a qualche istante di difesa passiva, in cui il filippino scarica tutti i colpi più duri del suo repertorio. I restanti round sono pieni della classe e dell'opportunismo di Mayweather che continua concentrato e impassibile il suo lavoro di demolizione, anticipando quasi ogni azione avversaria con duri colpi. A far la differenza è stato il diretto destro dell’americano che ha stroncato round dopo round l'avanzata di Pacquiao.


Molti non si sono detti soddisfatti della spettacolarità del combattimento ma credo che questa non sia l'opinione reale degli appassionati "non occasionali" che altro non hanno potuto che apprezzare ad occhi sgranati i preziosismi tecnici del numero uno in assoluto Floyd Mayweather. Nelle dichiarazioni post-match, molto rispetto fra i protagonisti di questo evento mondiale e soprattutto a seguito del solito "fiume di spacconate" dette a ruota libera da Money May, è stata annunciata una grande rivincita fra i due.
Sarà l’ultimo tassello della leggendaria carriera di Floyd? La grande famiglia della boxe mondiale non aspetta altro.


Dario Morello
(4 maggio 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.