Ultime Notizie

Gianna Nannini: fuoriclasse della musica italiana

Sono una di quelle ragazze cresciuta con Gianna Nannini nelle orecchie, non tanto per passione ma per periodo storico. Fin da bambina lei era trasmessa un po’ ovunque: radio, televisione, locali pubblici... impossibile non averla mai sentita cantare o peggio ancora non sapere della sua esistenza.


D'altronde passiamo la maggior parte delle nostre giornate contornati da musica e, per quante volte si tenti di non ascoltare, prima o poi ci si ritrova immersi nelle note fino a che involontariamente anche il nostro cervello le inizia a cantare; in mezzo ai grandi big storici della musica italiana (da Vasco a Ligabue fino a Laura Pausini) Gianna Nannini fa capolino nella top of mind di chiunque, scommetto entro prime dieci posizioni.


Pur non ritenendomi una fan, ho apprezzato negli anni tanti suoi pezzi – Fotoromanza, Aria, Profumo, Meravigliosa creatura, Bello e impossibile, Grazie, I maschi, Ragazzo dell’Europa, Maledetto ciao, Amandoti, Ti voglio tanto bene – che alla fine si può dire invece di essermi riscoperta tale.


Quando mi è stato proposto di andare al suo concerto del 23 maggio all’Unipol Arena l'ho presa come una scommessa anche poco fiduciosa ed invece mi sono ricreduta pezzo dopo pezzo ascoltandola, non solo per i suoi classici ma anche per la sua duttilità nel reinterpretare pezzi storici di altri artisti.
Grazie Gianna per avermi "tirato" ed aperto le orecchie come mai prima.


(28 maggio 2015)




Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.