Ultime Notizie

Italicum approvato alla Camera: grandi feste in Parlamento

Nella giornata di ieri la Camera ha votato positivamente la nuova legge elettorale. Ma le parti in causa come l’hanno presa?

L’Italicum è legge. L’ennesima bugia di quelle che la politica ci propina da anni. Tralasciando i luoghi comuni, l’Italicum è stato approvato dalla Camera nella giornata di ieri, ma sarà legge all’approvazione del ddl Boschi che concerne il Parlamento e in particolare il Senato, depotenziandolo notevolmente.


La nuova legge elettorale ha ricevuto 334 voti favorevoli su una maggioranza di 194. Le opposizione hanno deciso di uscire dall’aula ma nonostante ciò ci sono stati 61 voti contrari (60 della minoranza dem e uno del dissidente di Forza Italia che ha puntato i piedi, fatto uscire qualche lacrima ed è rimasto in aula).
Renzi e tutta la maggioranza festeggiavano, ma un uomo si muoveva in modo guardingo, con la sua faccia da bronzo di Riace e le sue ali di gigante: Angelino Alfano. Dopo aver salutato gli amici del cuore, mediatrice parlamentare e presidente del Consiglio, si sentiva un po’ a disagio… ma soprassediamo.


La legge andrà a sostituire il Porcellum (o legge Calderoli) definita dallo stesso legislatore una “porcata”. Sì, capita anche che venga ratificata una legge e poi il suo creatore si accorga che non va bene. Chi non ha mai derubato una vecchietta e poi è tornato indietro pentito del gesto? Sono cose che succedono.
Renato Brunetta (i soliti volti nuovi insomma) si pone a capo della rivolta anti-renziana e soprattutto anti-Italicum (legge che quando era nella maggioranza anche Forza Italia approvava) coadiuvato dai colleghi di Movimento Cinque Stelle e Lega.
Roberto Fico, intervistato da alcuni giornalisti in merito all’approvazione appena avvenuta, chiede a Mattarella, che di lì a poco si sarebbe trovato la legge sul tavolino, di non firmarla. Il deputato ha portato a suo favore argomentazioni davvero molto forti: ha infatti dichiarato che l’Italicum “è davvero una cattiva legge”. Parola di Roberto Fico.


Un altro passo avanti per Renzi. Lascio a discrezione del lettore stabilire la direzione del passo per l’Italia.


(5 maggio 2015)

  

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.