Ultime Notizie

MotoGP, Jerez: la gara perfetta di Lorenzo

Andalusia. Giornata nuvolosa e asfalto meno caldo rispetto a quello che abbiamo visto nelle prove di sabato. Finalmente però, il bel circuito di Jerez consente ai tifosi del motomondiale di gustarsi la prima gara dell'anno diurna. Le prove lasciano con un'interessante pole position, quella di Jorge Lorenzo che, come visto nelle precedenti gare, non è stato proprio in grandissima forma. L'altro spagnolo, invece, Márquez, ha deciso di gareggiare lo stesso malgrado un'operazione al mignolo effettuata dopo l'incidente nella gara precedente. La Ducati si mostra un po' meno veloce rispetto a quello che ha dimostrato negli altri circuiti e Valentino Rossi non sembra essere al 100%. Decisamente una gara diversa dalle precedenti, forse anche un po' meno divertente ma che mescola e dà nuovi spunti per il mondiale.

  
La gara
Giro di ricognizione. Semaforo verde. Si parte. Jorge Lorenzo si aggiudica subito prima posizione e vantaggio, facendo una partenza perfetta, sfruttando al massimo il vantaggio della pole. Secondo Márquez che non lo lascia un secondo mentre le Ducati sono abbastanza indietro e Valentino quarto. Pol Espargaró è terzo intanto. Al terzo giro Dovizioso va lungo perdendo tempo e posizioni, ritrovandosi ultimo. Márquez è ancora incollato alla ruota di Lorenzo e Rossi sorpassa Espargaró infilandosi subito nella terza posizione.
Per un altro paio di giri la situazione rimane immutata. Ma ecco che Espargaró e Crutchlow si sfidano e l'inglese sorpassa subito lo spagnolo raggiungendo la quarta posizione. Intanto Lorenzo allunga provando a mettersi subito ai ripari da Márquez. Il campione del mondo piano piano perde terreno mentre Valentino è intenzionato a regalarci una bella battaglia. Intanto un paio di piloti sono out, tra cui Aoyama e Baz. Iannone giunge alla settima posizione e Dovizioso risale giro dopo giro. Gara meno elettrica ed emozionante rispetto alla precedente, anche se i sorpassi non mancano.


Al decimo giro ecco che Iannone conquista la sesta posizione ai danni di Aleix Espargaró mentre Dovizioso è nono. Crutchlow sempre quarto con dietro Pol Espargaró. Intanto, malgrado la velocità di Rossi, Márquez allunga e si distacca un po’. Le posizioni rimangono invariate fino alla fine e dopo la seconda metà la gara si mantiene “sobria”. Verso gli ultimi giri bella battaglia però tra Rossi e Márquez che regalano qualche giro di vera adrenalina. Peccato poi che Rossi abbia mollato il sorpasso, forse per evitare di commettere errori che gli avrebbero tolto la possibilità di festeggiare il suo 200esimo podio, superando anche Agostini e raggiungendo un nuovo record.
Márquez è dunque secondo e a vincere in solitaria è Jorge Lorenzo con una gara impeccabile. La pista non è da Ducati, ma Dovizioso e Iannone hanno dato grande prova di coraggio. La classifica del mondiale vede ancora Rossi in prima posizione e Márquez si porta in quarta posizione. Ancora è presto per qualsiasi pronostico e tutto potrebbe cambiare o mescolarsi. Ognuno di noi tenga sempre le dita incrociate per il proprio campione e ci vediamo in Francia il 17 Maggio per la quinta gara dell'anno.



GARA
1. Lorenzo
2. Márquez
3. Rossi
4. Crutchlow
5. P. Espargaró

CLASSIFICA PILOTI
1. Rossi 82
2. Dovizioso 67
3. Lorenzo 62
4. Márquez 56
5. Iannone 50


Maria Di Gaetano
(4 maggio 2015)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.