Ultime Notizie

Irlanda e matrimoni gay, una grande lezione di civiltà

È stata una bella lezione di civiltà quella venuta dalla verde Irlanda: diventare il 22° Paese al mondo ad adottare le nozze gay con un referendum popolare. Nella cattolica Irlanda, dove il culto di San Patrizio ha fondamenta millenarie, l’aborto è ancora reato ed essere omosessuali lo è stato fino a vent’anni fa. Una bella lezione di civiltà, non c’è che dire.


Il matrimonio fra omosessuali, PACS (Patto Civile di Solidarietà), amore etero quanto omosessuale, erotismo, dolce star insieme, tristezza per la lontananza… altro che dibattito politico, il mondo va veloce nel sistema anglosassone ma in quello “latino” invece no, troppi lacci e legacci, soprattutto di carattere etico-morale. Le caratteristiche dell’amore invece sono le stesse fra partner dello stesso sesso, di sesso diversi, fra maschi e femmina, fra giovani e vecchi, fra persone con idee politiche diverse e di religioni diverse.


È dal 2001 che in Olanda hanno capito questa filosofia, anzi il rifiuto di celebrare le nozze gay, per obiezione di coscienza da parte di funzionari pubblici cristiano ortodossi, è stato abolito per legge. È ormai superata la famiglia patriarcale contadina costituita da molti componenti che vivono insieme ed è terminata anche la repellenza verso l’omosessualità vista come una malattia.
Un’affluenza record, la più alta negli ultimi vent’anni (60%), ha premiato il referendum irlandese che, anche grazie ai voti dei cattolici progressisti, ha “benedetto” le unioni fra persone dello stesso sesso in un Paese dove il 70% dei matrimoni viene ancora celebrato in Chiesa e dove oltre il 90% delle scuole primarie è sovvenzionato dal clero.


Bella lezione di civiltà, in Irlanda la Chiesa non ha fatto barricate mentre in Italia sì; sono infatti decenni che il riconoscimento delle unioni omosessuali è ancora fermo all’Anno Zero. La strada è ancora lunga, solito pasticcio all’italiana.


(11 giugno 2015)




Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.