Ultime Notizie

La sindrome della buona allieva: le donne e la socializzazione a lavoro

Avete mai fatto caso al fatto che gli uomini, a lavoro, riescano a stringere più amicizia delle donne? La loro rubrica, strabordante di nomi, sembra sempre sul punto di scoppiare e in una festa tra colleghi conoscono tutti – dal collega dell’ufficio accanto al loro a quello che si vede una volta l’anno passare in corridoio per caso. Le donne, per contro, non sono così socievoli. D’altro canto, tra vita familiare e impiego è difficile trovare il tempo anche di fare vita sociale.


Uno studio condotto dal Boston Consulting Group e l’Istituto Ipsos ha dimostrato che le donne soffrono della “sindrome della buona allieva” per la quale “le donne sono portate a pensare che fare bene il proprio lavoro le porti ad avere un riconoscimento esplicito”. Ecco perché nel caso del sesso debole, nonostante sia molto importante per la carriera tessere amicizie, la priorità è data allo svolgere con serietà le proprie mansioni senza alcuna preoccupazione di altro tipo. Inoltre, dice la Humblot-Ferrero, direttrice del Boston Consulting Group, l’educazione delle ragazze valorizza l’attenzione verso gli altri e l’obbedienza più che lo spirito competitivo.


Per le donne è stato più difficile trovare un posto nel mondo del lavoro – e gli uomini sono spesso stati restii a concederglielo – ed ecco perché tengono la propria posizione salda, difendendola con unghie e denti e cercando di meritare premi e riconoscimenti senza mai rilassarsi.
Incontri nelle macchinette del caffè, aperitivi, cene e colazioni: tutte priorità maschili, quindi.


(3 giugno 2015)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.