Ultime Notizie

Estate, tempo di (dis)innamoramenti

L’estate è il “solstizio” di una fase temporale che si struttura in tanti cicli amorosi nel corso dell’anno, fra gli adolescenti “sbocciano” i primi amori estivi, sono di breve durata e si infrangono al primo step.


Sarà l’erotismo della calura ma è di solito in questo periodo dell’anno che un grande batticuore ha più probabilità di sfociare in innamoramento, complice forse la stabilità psicofisica data dal periodo di relax per gli studenti; capita spesso però anche a chi studente non lo è più da tempo ed è così che la fase di “ricerca” non ha più alcun limite anagrafico.
Di solito verso i trent’anni si giunge al matrimonio o ad una convivenza ed ai figli e fino a qualche decennio fa, a questo punto, la vita amorosa era finita; oggi non è più cosi perché se i due non riescono a conservare l’amore dei primi tempi, la coppia “scoppia” e soprattutto in estate entrambi finiscono per diventare preda di nuove esperienze, spesso con un amante più giovane.


La fragilità dei fidanzamenti è perciò in questo periodo dell’anno messa a dura prova e ciò che esce è una continua fase di “ricerca” per una nuova esperienza, perlomeno quando si arriva alla conclusione che al partner non bisogna dare molta importanza, ossia non è il caso di mettersi a fare classifiche, quasi al punto di polverizzare ciò che sembrava il bene insieme, come a dire che l’amore non è poi così troppo importante.
Non è un caso che negli ultimi decenni si sia verificato un aumento delle separazioni e dei divorzi, la vita media coniugale è scesa a quindici anni, sempre più complice un progressivo stato di bellezza femminile e maschile che negli anni a venire ha portato conseguentemente al prolungamento della vita erotica-amorosa in quanto sempre più ci si “rompe” tardivamente.


Unico distinguo da notare fra i sessi è quello che, a differenza di “lui”, “lei” a qualsiasi età lo farebbe volentieri; se però dopo i cinquant’anni accamperà l’unica scusa ormonale in suo possesso (menopausa), ossia l’essersi liberata dall’impegno del letto coniugale, vuol dire che di “lui” si è stancata.


(14 luglio 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.