Ultime Notizie

Ultimo piano (o porno totale): mai giudicare un libro dal titolo

Mai giudicare un libro dalla copertina e in questo caso, dal titolo. È con questa premessa che bisogna accostarsi all'ultimo fortunato romanzo del talentuoso Francesco D'Isa.


Varsavia, Frank Spiegelman ha il lavoro che la maggior parte della popolazione maschile vorrebbe: è il proprietario di una delle più grandi case di produzione di film pornografici in Europa. Situata in un lussuosissimo grattacielo di cinquanta piani, la Perverse Angels ha consacrato al successo Claude, talentuoso regista. Ma se Claude è all'apice della sua carriera, chi invece sta muovendo i primi passi nel mondo dell'eros è sua sorella Claude S. Come tutte le ragazze che lavorano in quell'ambito, anche lei ha bisogno di uno pseudonimo e quale nome d'arte più adatto ad una peccatrice se non quello nato unendo il nome della donna colpevole del peccato originale e dell'amante più famosa della storia? Claude diventa così Eva Bolena ed inizia la sua carriera come pornostar, ripromettendosi però, di cambiare lavoro non appena avrà ottenuto fama e successo: "Non voglio fare la pornostar per sempre, ma credo che sia il modo migliore per avere fama e potere da subito. Poi si vedrà". Completano la trama personaggi altrettanto particolari: Mindy Sin (moglie di Claude e a sua volta anch'essa pornostar), gli strani inquilini del terzo piano, i coniugi Konstantin e Maria Morozov e il "sequestratore" Augusto Rodriguez.


Ci sono libri che ti rimangono nel cuore per la loro trama e altri che, invece, non riesci a dimenticare perché nonostante non ci sia una storia alla quale appassionarti sono scritti talmente bene che li divori in talmente poco tempo che quasi ti dispiace averli finiti. Ecco, Ultimo piano è un libro del genere. Potrebbe non piacere a coloro che sono soliti giudicare un libro dal livello di empatia che raggiungono con i personaggi (immedesimarsi in un regista hard e una pornostar non è proprio semplicissimo, ecco), ma se riuscirete a mettere da parte pregiudizi e preconcetti, riuscirete anche a "capire" il romanzo.
Non conoscevo Francesco D' Isa, ma è stata una piacevolissima scoperta. Come un equilibrista della parola, si muove tra serio e faceto, tra filosofico e osceno senza risultare fuori posto, banale o forzato né nei tratti più ironici e satirici e né nei tratti più seri e quasi nichilistici. Bellissima l'idea del grattacielo, che non rimane confinato solo come background della storia e finisce per essere un vero e proprio protagonista "in carne e ossa": costruito secondo criteri gerarchici in modo che a un percorso dal basso verso l’alto corrisponda un crescendo di lusso e prestigio, il palazzo somiglia ad un moderno universo dantesco. E proprio come il sommo poeta, Frank Spiegelman compie un viaggio nelle vite degli inquilini, dei fratelli Claude e Claude S. e, soprattutto, nell’inconscio del lettore.


In un mondo in cui internet si è preso gran parte della fetta di mercato della pornografia, Claude gestisce decine di provini contemporaneamente finché, all'apice del successo, mette in dubbio sé stesso e il suo futuro. Gioca con i personaggi Francesco D'Isa, ma gioca anche e soprattutto con il lettore. Invita, neppure troppo implicitamente, a riflettere su sé stessi, sulla società, sul sesso, sul mondo del marketing e della pubblicità e soprattutto sul grandissimo potere dell'era Internet. Irride il perbenismo, provoca i benpensanti (a differenza di quanto ci si aspetti da titolo e trama, di porno vero e proprio ce n'è pochissimo) e si diverte a creare suspense e aspettative che ogni volta vengono poi disattese. Se questo potrebbe dar fastidio a qualcuno, secondo me invece, è proprio il punto di forza del romanzo. A tratti onirico, a tratti ironico e a tratti anche drammatico, Ultimo piano (o porno totale) è un romanzo scritto veramente bene che riuscirà a catturare persino i più scettici.



Scheda del libro
Titolo: Ultimo piano (o porno totale)
Autore: Francesco D’Isa
Editore: Imprimatur
Anno: 2015
Pagine: 203


(16 luglio 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.