Ultime Notizie

Brindisi come Betlemme, quando la solidarietà non è di casa

È stridente legittimare una violenza come quella nel caso di una guerra o legata alla politica o alla religione ma in passato è successo; del resto lo scontro tra comunismo, nazismo, fascismo e democrazia liberale è fresco ricordo di quanto abbiano latitato solidarietà ed accoglienza e di come violenza abbia purtroppo fatto rima con indifferenza.


Questi errori del passato hanno insegnato che di fronte al rischio della vita, che è l’unico bene fondamentale che ci è rimasto, tutti gli altri argomenti sono solo chiacchere e le forme di violenza in passato considerate accettabili, come quelle sulle donne o sui bambini, oggi fortunatamente non lo sono più.
È per questo che un rifiuto di carità a volte stupisce, come se improvvisamente il buonismo della solidarietà non fosse più di casa e, anestetizzati rispetto al dolore del nostro simile, fossimo tornati ad un medioevo di violenza e indifferenza; è successo in quel di Brindisi qualche settimana fa dove un uomo è stato picchiato in strada tra l’indifferenza degli automobilisti che transitavano accanto.


L’ora di primo mattino di una zona industriale forse non è luogo né spazio temporale ideale per badare a quel che succede in strada, ma ha del grottesco che nessuno dei passanti si sia accorto del pestaggio in corso e non abbia fermato gli “appetiti” distruttivi dell’aggressore; come se ci sia stata la volontà di non vedere l’evidenza, ossia la sofferenza della vittima e di fregarsene del disagio di un proprio simile.


Il rifiuto della carità non è una novità, 2015 anni fa il bambino Gesù nacque in una grotta anche per questo. Brindisi come Betlemme, quindi? Speriamo di no, anche perché l’essere umano è animale sociale e se non può contare sulla carità ed accoglienza dei suoi simili viene privato delle fondamenta stesse del suo vivere.
Ma questa “buona vita” fatta di modernità e civilizzazione dei costumi ce la dobbiamo meritare, soprattutto usando di più le “armi” che la democrazia ci dà, Lampedusa quindi come icona di solidarietà ed accoglienza e non Betlemme (e Brindisi) come luogo di violenza ed indifferenza.


(3 agosto 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.