Ultime Notizie

Intervista a Cosimo Salamina, patron di "The Queen of Europe"

Abbiamo intervistato il patron e presidente del concorso internazionale di bellezza femminile The Queen of Europe, Cosimo Salamina. Il giovane imprenditore pugliese e patron di altre tre concorsi (The King of Europe, The Baby of Europe e The Lady of Europe), è anche responsabile nazionale e internazionale del settore moda FEDERITALIA.


Qual è la tua definizione di bellezza?
Partiamo dal presupposto che la bellezza è soggettiva. Il nostro scopo non è quello di dare giudizi in merito alla sola bellezza fisica, ma valutiamo tutte quelle caratteristiche che possono consentire a un'aspirante Miss di intraprendere un percorso professionale nel mondo della moda, della tv e dello spettacolo.

Esistono diversi concorsi di bellezza femminile... Perché lo scorso anno è nato The Queen of Europe?
Ci sono molti concorsi femminili in Italia, questo è vero. Noi crediamo nel progetto e nel nostro staff composto da professionisti. The Queen of Europe è il frutto di esperienze vissute sul campo.



Quali sono le principali caratteristiche di questo concorso?
Cerchiamo di eliminare tutte quelle imperfezioni organizzative che ogni evento può comportare, prestando molta attenzione e rispetto per tutti coloro che si iscrivono e credono in noi. Garantiamo fiducia, sincerità e rispetto reciproco.

Ci potresti svelare qualche chicca sulla finale di The Queen of Europe 2015?
Qualche chicca? Sicuramente la location esclusiva! Considerando la sua importanza a livello europeo, ci saranno molti premi in palio per le Miss e ci saranno contratti lavorativi anche per le vincitrici di premi minori. Avremo come ospiti diversi personaggi del mondo della tv come Elenoire Casalegno, Raffaello Tonon, Massimiliano Morra e la bellissima Francesca Rettondini che condurrà tutta la serata. Ci saranno tante altre sorprese che meritano l'attesa...

Tu sei il patron anche di The King of Europe, The Lady of Europe e The Baby of Europe. Quali sono i lati positivi e negativi di questo lavoro?
I lati positivi sono senza dubbio le soddisfazioni che si hanno dopo tanto impegno e sacrifici. Uno dei lati negativi è quello che come in ogni concorso dove partecipano delle concorrenti di sesso femminile, spuntano poi alcune persone poco professionali e non qualificate che cercano di avvicinarsi in qualsiasi modo per scopi personali. Per questo motivo ogni giorno lottiamo per evitare tutto ciò.

Laura Boldrini e altre protagoniste della politica italiana hanno criticato duramente i concorsi di bellezza femminile poiché mercificano il corpo della donna. Come rispondi a questi attacchi provenienti dal mondo politico e istituzionale?
Noi siamo incompetenti in materia politica e non ci permettiamo di rilasciare alcun commento in merito. Per noi il sesso femminile non viene né strumentalizzato né mercificato, ma valorizzato. Il nostro primo obiettivo è proprio quello di consentire di unire Paesi, costumi, etnie, religioni differenti e culture puntando sullo scambio socio-culturale fra le aspiranti Miss. Offriamo loro la possibilità di capire cosa significa realmente il mondo della moda, della tv e dello spettacolo spingendole a fare delle autoanalisi e dei confronti. Quindi mettiamo a disposizione tutti gli strumenti possibili che permettono di comprendere la propria vita e rispettare quella degli altri.



Hai altri progetti in cantiere per il futuro?
Come tutti i cantieri non si finisce mai di progettare e si ambisce sempre in alto, quindi ad eventi più importanti. I progetti futuri già stabiliti sono appunto gli altri tre concorsi legati alla stessa famiglia: The King of Europe, The Lady of Europe e The Baby of Europe. Sfide davvero importanti poiché questi concorsi racchiudono tutte le categorie e offrono la stessa possibilità a tutte le fasce d'età e di sesso.


Domenico Giampetruzzi
(12 agosto 2015)




Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.