Ultime Notizie

Must-have estate 2015, la salopette: da tuta da lavoro a indumento preferito delle it girl

Nata verso la metà del '900 come indumento da lavoro per gli operai e i minatori dell'America del nord, la salopette è un capo pratico e versatile che ha ritrovato la sua gloria in tempi recenti.


Le passerelle del 2014, infatti, sono state il trampolino di rilancio di questo evergreen, oggi considerato l'antenato delle più moderne jumpsuit (tuta in stoffa) e gli stilisti hanno fatto a gara per creare il modello più originale che fosse in grado di far riconoscere immediatamente l'impronta del marchio pur rimanendo fedele al classico denim con o senza bretella.


Così Balmain propose la salopette con pantalone dritto e top a blusa, abbinandovi un giubbotto impreziosito dall'immancabile catena d'oro, da sempre simbolo della Maison. Moschino, eclettico e avanguardista, optò per un modello patchwork, che alternava pezzi di stoffa di jeans di diversi lavaggi ad inserti oro; mentre Saint-Laurent ne creò una versione total nero, elegante e dalla silhouette impeccabile, perfetta per essere indossata come completo da lavoro o per una serata speciale. Insomma, la divisa ideata da Levi Strauss per lavorare e muoversi con più agilità nelle fabbriche, nei campi e nelle officine, oggi veste le fashion blogger più rinomate e le pop-star internazionali e non è più l'indumento delle donne poco femminili o in dolce attesa dell'immaginario culturale di fine anni '90.
Grazie alla sottocultura hipster e all'avvento dello street style, le salopette, relegate in fondo all'armadio di mamme e nonne, o appese sulle relle appendiabiti di negozi vintage, hanno di nuovo conquistato un posto in primo piano nel panorama del fashion e, quest'estate in particolare, sono uno dei pezzi che non può mancare nel guardaroba.


Le tendenze di stagione la vogliono corta per gli uomini e con pantalone a pinocchietto o a palazzo per le donne. Tuttavia non mancano salopette tradizionali, con la gonna, con i pantaloni a sigaretta e camicia (senza bretelle), colorate, a fantasia, in tessuti diversi dal jeans: chi più ne ha più ne metta! Il consiglio è di non dimenticare mai che questo indumento è nato per essere comodo, quindi scegliete modelli che rispettino questo canone, e poi metteteci del vostro e personalizzate il vostro stile. Sì alle taglie extra large, alle applicazioni pop e floreali, agli abbinamenti più audaci con tacchi alti e gioielli vistosi, a quelli minimal con scarpe derby o college e clutch di piccole dimensioni.


(3 agosto 2015)

                   

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.