Ultime Notizie

Ancora uno sventato attentato sul Thalys

Ieri mattina un uomo pesantemente armato è salito sul treno Thalys alla stazione di Rotterdam è si è barricato nella toilette; si pensa che volesse organizzare un attentato sul suolo europeo, se non sullo stesso treno. Il potenziale terrorista di matrice islamica si è messo ad urlare di avere una bomba e di essere pronto a fare saltare in aria sé stesso insieme a tutto il convoglio e di non avere niente da perdere.


La tratta è quella tra Amsterdam e Parigi e il treno è sempre il Thalys sul quale, meno di un mese fa, un cittadino marocchino di venticinque anni aveva sparato all’impazzata prima di essere immobilizzato da tre militari americani e un britannico che si trovavano per caso in vacanza. La compagnia ferroviaria Thalys ha subito diramato un comunicato stampa per tranquillizzare i viaggiatori in cui viene spiegata l’efficienza dei controlli di sicurezza e che non c’è nessun pericolo in corso perché tutti i treni sono stati controllati.


L’allarme sicurezza nelle stazioni, tuttavia, si fa sentire forte più che mai; in nemmeno un mese per due volte i treni internazionali sono diventati il bersaglio degli attacchi dei terroristi legati all’ISIS e alle altre organizzazioni dell’estremismo islamico. Sono stati rafforzati molto i controlli ma l’episodio di ieri rende evidente che ancora non basta, e in molti pensano che anche nelle stazioni ci dovrebbero essere gli stessi sistemi di sicurezza presenti negli aeroporti dopo i gravi fatti dell’11 settembre.


Dopo lo sventato attentato del 21 agosto, il Belgio ha già messo in campo controlli molto più serrati in tutte le stazioni per i passeggeri dei treni internazionali; i viaggiatori vengono invitati ad arrivare in stazione con un certo anticipo e i bagagli vengono controllati minuziosamente. Una portavoce delle ferrovie belghe ha ribadito in un’intervista all’emittente Euronews che i controlli continueranno e saranno anche più approfonditi qualora venissero notati individui o bagagli sospetti.
È ormai evidente che l’obiettivo dei terroristi è colpire il cuore dell’Europa attraverso uno dei mezzi di locomozione più usati dai cittadini; il treno fino a poco tempo fa era un bersaglio sensibile e si spera che l’intensificarsi dei controlli riesca ad evitare potenziali minacce. 


(19 settembre 2015)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.