Ultime Notizie

Dieta: le sostanze proibite dalla legge

Perdere peso ad ogni costo è una vera e propria ossessione per migliaia di persone in tutto il mondo. Persone che, se necessario, si spingono ben oltre diete e sedute interminabili di attività fisica. La nuova frontiera della perdita di peso è quella farmacologica: meno fatica e risultati immediati. Questa è, almeno, la promessa di preparazioni “miracolose” che appaiono sul mercato. Prima di assumere farmaci, è bene capire quali sono i principi attivi che sono contenuti nelle preparazioni, tenendo presente che l’abuso può provocare effetti avversi pesanti.


In Italia è di pochi giorni fa la notizia che, su richiesta dell’AIFA (Agenzia italiana del farmaco), il Ministero della Salute ha emesso un decreto che vieta le preparazioni a base di triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, buproprione e topiramato che vengano assunte “per finalità meramente estetiche”. Si tratta di principi attivi somministrati in clinica per la cura di diverse patologie (ansia, depressione, diabete, ipertensione ed epilessia). L’abuso può risultare molto pericoloso, soprattutto quando vengono assunte insieme, perché possono scatenare reazioni a carico di molti organi, in particolare a livello cerebrale e del sistema cardiocircolatorio.


Sempre per questo motivo, il 20 maggio e il 27 luglio scorsi, il ministro Lorenzin aveva emanato altri due decreti per includere la norefedrina e pseudoefedrina (potenziali droghe d’abuso dai potenti effetti anoressizzanti) nella lista delle sostanze che non possono essere usate per preparazioni a scopo dimagrante.


Laura Ripamonti
(1° settembre 2015)





Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.