Ultime Notizie

La fotografia, un’arte senza tempo

Qualcuno l’ha definita come la capacità di riprodurre all’infinito ciò che ha avuto luogo una sola volta, qualcun altro come la più gratificante forma d’arte, così grande da comunicare emozioni e documentare qualsiasi dettaglio con rapidità e precisione, in molti come il solo strumento per lottare contro una realtà in cui si ha a che fare con cose che continuamente svaniscono, si dissolvono e si perdono nel tempo.


La fotografia è tutto questo insieme: folgorazione, genialità e intelligenza. “Non esiste la fotografia artistica. Nella fotografia esistono, come in tutte le cose, delle persone che sanno vedere e altre che non sanno nemmeno guardare” con queste parole Nadar, uno dei primi grandi fotografi francesi, definiva l’ottava arte, quella che nasconde dietro l’obiettivo la profondità di un intimo sentimento, accompagnata dal desiderio di raccontare. È un’idea spontanea, ma non facile. Sembra un paradosso, eppure, come in tutte le arti, la cosa più difficile è restare semplici.


Viviamo in una società costruita sull’apparenza, siamo continuamente bombardati dalle immagini e quanto spesse volte queste ci paiono superflue, se non inutili, e quando invece accade che inducano a pensare e ad aprire una finestra sul mondo. Non basta avere una macchinetta per dirsi fotografi perché non è importante la “pellicola”, ma l’uso che se ne fa. Del resto non ci si può improvvisare domatori di leoni troppo a lungo e un buon fotografo lo riconosci dalla capacità di toccare il cuore dell’osservatore, che dopo aver visto una bella mostra o anche una singola fotografia, tornerà a casa con la fortuna di sentirsi una persona diversa, più ricca, migliore.
Se avete fatto della fotografia la passione di una vita, noi di Prima Pagina on line vi segnaliamo che è aperto il Sony World Photography Awards 2016, uno dei più grandi eventi al mondo, che ha visto lo scorso anno trionfare, come fotografo dell’anno, l’americano John Moore che, a detta della giuria, “ha saputo raccontare il dramma dell'epidemia di Ebola con scatti intimi e rispettosi, pronti a commuovere lo spettatore per il coraggio e per l'integrità giornalistica”. Sul podio sono saliti anche tanti artisti italiani, ricordiamo: Massimo Siragusa, arrivato secondo nella sezione Architettura e Giovanni Troilo per la categoria “Persone”.


All’ottava edizione sono state proposte quasi 184mila foto inviate da 177 Paesi, un record assoluto nella storia del Sony World Photography Awards. La nona, quella a cui è possibile registrarsi fino a gennaio 2016, prevede 10 categorie diverse e mette in palio un premio di cinquemila dollari assieme ad un viaggio a Londra per ritirare il prestigioso Iris d'Or. L’iscrizione al concorso è gratuita e non prevede limiti di età. Unico ingrediente necessario: il talento. Qui trovate il bando completo per partecipare! Non lasciatevi sfuggire la straordinaria occasione di mostrare quanto valete.

“Non colui che ignora l’alfabeto, bensì colui che ignora la fotografia sarà l’analfabeta del futuro”.


(29 settembre 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.