Ultime Notizie

Cattivi ragazzi: a Roma va in scena il teatro di vita

Al teatro della Cometa di Roma è in scena uno spettacolo molto interessante che coglie in pieno il concetto di “teatro come rappresentazione della vita”: stiamo parlando di Cattivi ragazzi, testo scritto e diretto da Veruska Rossi e Guido Governale.


Una scommessa vinta dai due con questo testo accolto subito benissimo dagli spettatori. Il pubblico ha percepito l’importanza di un testo impegnato, il suo messaggio sociale e ha quindi premiato l’entusiasmo e il coraggio di rappresentare una storia dura segnata da dolori ed errori; un testo attualissimo che rispecchia la realtà italiana della delinquenza minorile, protagonista spesso nella cronaca nera.



La trama
Cattivi ragazzi è la storia di sette adolescenti rinchiusi in un carcere minorile, sette storie di vite sbagliate con un unico comune denominatore: la rassegnazione. Un giorno arriva però ad insegnare il professor Giuseppe Scianna (Francesco Montanari), un professore con un dolore nel cuore e una convinzione in testa: voler aiutare questi ragazzi a ritrovare la speranza di un riscatto. All’inizio il professore viene respinto dai sette ragazzi e preso in giro per la sua cocciutaggine ma lui non si arrende e farà di tutto per superare la gelida strafottenza dei sette ragazzi e ad avvicinarsi a loro. Il professor Scianna è un eroe buono e anch’egli è sofferente nell’anima. I sette ragazzi sono interpretati dai ragazzi della compagnia Omnes Artes, giovani attori che reggono il palco con bravura, professionalità e serietà. Ognuno di loro interpreta un personaggio: il romano, il milanese, il napoletano, il siciliano, il libico, il rumeno e il topo. Questi personaggi rappresentano le fragilità delle loro vite interrotte, i loro errori e il loro desiderio di riscatto.


Il commento
Il testo è ottimo e intenso, con un messaggio positivo ma non banale: la riscoperta della “parte buona” di questi protagonisti sfortunati, l’accettazione dei propri errori e la consapevolezza di un possibile riscatto. Bravo Francesco Montanari che dimostra ancora una volta le sue qualità di attore versatile e duttile. Bello l’impianto scenografico che vede il palco diviso in due sezioni: in basso la classe, terreno di scontro-confronto tra i ragazzi e il professore, in alto le celle dove i ragazzi dormono con la rappresentazione dei loro tormentati sogni, fatti di incubi e pentimenti.
Lo spettacolo è da vedere per incoraggiare un teatro coraggioso che offre testi di vita vissuta e messaggi incoraggianti.


Cattivi ragazzi
22 ottobre - 8 novembre 2015 al Teatro della Cometa di Roma
Infoline: 06-6784380


(28 ottobre 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.