Celiachia, occhio ad eliminare il glutine senza una diagnosi - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Celiachia, occhio ad eliminare il glutine senza una diagnosi

Share This
La celiachia è una malattia genetica, indotta da una reazione infiammatoria a una proteina del grano, la gliadina: chi ne soffre, se mangia derivati del grano, dell'orzo o della segale, può subire dei danni all'intestino tenue, che perde parte della sua capacità di assorbire le sostanze nutritive.


La dieta gluten-free, indispensabile per chi soffre di celiachia, in Italia è diventata, ormai, una moda e viene praticata anche da persone non celiache. Sempre più spesso, infatti, si parla di “sensibilità” al glutine, un termine ben diverso dall'allergia e dall'intolleranza: la reale diffusione della celiachia, proprio per questo, non è un dato sicuro.


Eliminare completamente la proteina del grano dalla propria dieta, senza essersi sottoposti ad un test diagnostico, può essere una scelta pericolosa: rimuovere i carboidrati contenenti glutine, infatti, può nascondere i primi sintomi di patologie legate al metabolismo, come il diabete di tipo II e può impedire una corretta diagnosi da parte del medico.


Inoltre, non assumendo più alimenti contenenti glutine, si riduce drasticamente l'assorbimento di nutrienti importanti (vitamina B12, folati, fibre, proteine) di cui i derivati del grano sono ricchi.


Laura Ripamonti
(14 ottobre 2015)


Post Bottom Ad

Pagine