Ultime Notizie

MotoGP, Sepang: vince Pedrosa, Rossi penalizzato per un contatto con Marquez

Nella penultima gara della MotoGP ci sono stati spiacevoli episodi che hanno visto coinvolti il campione in carica Marc Marquez ed il favorito di quest'anno Valentino Rossi. La gara ha a dir poco dell'incredibile, date le ultime vicende che hanno interessato il mondiale.


La gara
Si comincia con Pedrosa che non si ferma davanti a nulla. Rossi parte bene, così come Marquez. Parte male invece Lorenzo: scavalcato subito dalle Ducati, si ritrova in quarta posizione. Pedrosa, Marquez, Rossi e Lorenzo, dunque. Il maiorchino non ci sta e sorpassa subito il compagno di squadra. Lorenzo, dopo un solo giro, passa anche Marquez creando una lotta tra il Dottore e lo spagnolo che durerà per tutta la gara. E anche oltre.
Mentre Pedrosa conduce la gara portandosi dietro Lorenzo, grandi bagarre si consumano tra i due dietro. Si alternano le posizioni. Marquez davanti a Rossi, Rossi davanti a Marquez, una battaglia che lascia tutti con il fiato sospeso dall'inizio alla fine. Anche perché, diciamola tutta, si vede palesemente come lo spagnolo, con allunghi e strane traiettorie provi a rallentare il Dottore. Ci riesce e cerca in tutti in modi il contatto. Questo gioco dura fino a tredici giri dalla fine quando nella curva 14 Marquez perde l'anteriore, con un gesto poco chiaro si appoggia alla gamba e al manubrio di Valentino che per reazione (e anche per non cadere) allunga la gamba. Marquez a terra. E si grida al calcio da parte di Rossi nei suoi confronti che prevede una penalizzazione che si deciderà a fine gara. Marquez si rialza, ma al contrario di quanto ha sempre fatto, non corre più. Si ritira. La gara prosegue. Dovizioso out. Da qui alla fine la gara prevede questa classifica: Pedrosa, Lorenzo, Rossi, Smith e Crutchlow nelle prime cinque posizioni.


Vince Pedrosa. Gara meritatissima. Valentino è ora a +7 da Lorenzo. Ma qualcosa è cambiato. Dopo l'incidente di Marquez, la direzione gara decide di penalizzare il pesarese facendolo partire dall'ultima fila a Valencia e togliendogli tre punti dalla patente. Box Honda in delirio. Lorenzo infuriato si intrufola in direzione senza che ne abbia il diritto. Il dito è puntato su Rossi che, dopo podio e intervista veloce, non partecipa al comunicato stampa. La domanda è: Valentino ha davvero giocato così sporco buttando a terra Marquez con un calcio?



Scontro Marquez- Rossi: riflessioni in attesa di Valencia
Valentino Rossi è un campione. Un grande campione. Marquez ha la stoffa per poter essere il suo erede. O almeno così sembrava dall'inizio della sua carriera ad oggi. Qualcosa ultimamente non va tra i due. Valentino dopo un brutto incidente, dopo anni difficili in Ducati, quest'anno è andato fortissimo battendo in pratica tutti i suoi avversari, compagno di squadra compreso. Ora, stiamo parlando del Re della comunicazione, il primo e l'unico che ha dato alla MotoGP un’audience e un'importanza mediatica come mai prima d'ora. Perché? Perché è in gamba, intelligente e divertente. È un vincente, ha nove titoli mondiali, di cui sette nella classe regina. È caduto e si è rialzato. Quest'anno è primo nel mondiale e ha fatto le scarpe a tutti. Valentino è il pilota più amato al mondo e il suo popolo giallo lo supporta ovunque. Vale ha 36 anni e corre, combatte con le unghie e con i denti. Ancora. Valentino dà parecchia noia a chi si vuole costruire una carriera in grado di battere la sua e a chi lo vede come un fantasma da eliminare. In queste ultime gare e nell'intervista rilasciata da lui stesso dopo Phillip Island, egli dichiara che Marquez è contro di lui e si è alleato con Lorenzo per fargli perdere il mondiale. Piccole cose che lo portano a pensare a tutto ciò. Riguarda Assen, riguarda alcune gare precedenti. Ovviamente in uno sport come questo, gridare al complotto sembra assurdo. Quello che è successo ieri lascia con l'amaro in bocca e fa riflettere. Marquez avrà preso in parola le accuse che il pesarese sembra avergli addossato? Fa una gara buona, si trova corpo a corpo con il Dottore, gli chiude le traiettorie, va lungo, gli fa perdere tempo. Tempo prezioso in vista del mondiale. Sembra palese che voglia favorire Lorenzo. Di proposito o meno, lo sa solo lui. Cerca di spingerlo in qualche modo, di renderlo teso. Valentino lotta, lo guarda più volte, si scansa, sembra in equilibrio precario anche lui a volte.


Alla curva 14 Marquez dal lato interno si avvicina nuovamente a Rossi e, per strane ragioni, si appoggia a lui. Si appoggia nel manubrio e nel mantenere la moto che ormai sembra aver perso l'anteriore, appoggia la sua testa sulla coscia di Rossi. Per reazione, la gamba di Vale vien fuori e si allunga. Non è mai tesa. Malgrado le prime immagini dell'accaduto abbiano fatto pensare a chiunque ad un calcio volontario per buttare l'avversario fuori traiettoria, le immagini dell'elicottero, la moviola, le foto da vicino mostrano che non è stato così. La Race Direction ha comunque preso i provvedimenti nei soli confronti del pesarese. Brutto colpo per il mondiale che ormai sarà nelle mani del suo compagno di squadra; anche se Valentino ha ancora un vantaggio di 7 punti e matematicamente può ancora farcela. Purtroppo sarà quasi impossibile raggiungere la vittoria partendo dall'ultima fila anche se un filo di speranza c'è ancora.
Tutto questo è parecchio triste. Tutto questo ha lasciato tutti con un disgusto che difficilmente può trovare conforto se non in una vittoria del pesarese a Valencia. Dalle ultime dichiarazioni del Dottore però, sembra che voglia addirittura rinunciare alla gara di Valencia! Speriamo ci ripensi. Speriamo che l'ultima gara si consumi con fair play, che il mondiale venga vinto in maniera pulita. Speriamo di rivedere almeno nell'ultimo circuito una bella gara. Purtroppo ci saranno storie e polemiche. Purtroppo tutto questo non finirà qui. Purtroppo sembra che non vada giù il fatto che possa vincere Valentino. Sembra un articolo di parte ma le prove parlano e quello che c'è scritto è verificabile. Valentino Rossi può anche non piacere, ma quello che continua a dare alla MotoGP, lo vediamo tutti. Nessuno escluso.



GARA
1. Pedrosa
2. Lorenzo
3. Rossi
4. Smith
5. Crutchlow

CLASSIFICA PILOTI
1. Rossi 312
2. Lorenzo 305
3. Marquez 222
4. Pedrosa 190
5. Iannone 188


Maria Di Gaetano
(26 ottobre 2015)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.