Resistenza alla fatica: la donna batte l’uomo - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Resistenza alla fatica: la donna batte l’uomo

Share This
Contrariamente ai luoghi comuni che vedono nelle donne il “sesso debole”, pare che gli uomini reggano meno lo sforzo fisico, sia a livello muscolare che a livello nervoso. Ad affermarlo sono i ricercatori del laboratorio di Fisiologia dello sport dell'università di Lione, che hanno pubblicato sulla rivista “Medicine & Science in Sports & Exercise” i risultati del loro studio condotto su venti maratoneti, dieci uomini e dieci donne, durante una gara.


I maratoneti sono stati sottoposti a delle misurazioni pre e post sforzo con dei macchinari di elettrostimolazione neuromuscolare a livello del cranio e dei muscoli delle gambe. I risultati hanno dimostrato che gli uomini subiscono un maggior affaticamento a livello generale e che la capacità di allungamento del muscolo estensore del ginocchio diminuisce del 38% circa, a fronte di un calo del 29% circa nella donna; allo stesso modo, anche la reattività dei muscoli flessori del piede è diminuita nell'uomo (circa 23%) più che nella donna (circa 8%).


I risultati di questo studio spiegherebbero, quindi, perché le donne abbiano spesso migliori performance sulle lunghe distanze e dimostrano che i tempi di recupero a livello dei muscoli sono più lenti per gli uomini.


Laura Ripamonti
(1° ottobre 2015)


Post Bottom Ad

Pagine