Ultime Notizie

Antibiotici: maneggiare con cura

La tendenza all'aumento della somministrazione indiscriminata di antibiotici non è in calo ma, anzi, sta raggiungendo livelli talmente elevati da diventare preoccupanti. È quanto emerge dal rapporto annuale dell’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC), ente di controllo medico e farmacologico europeo: la principale e più importante conseguenza è l'aumento della resistenza dei microrganismi che potrebbero, virtualmente, sopravvivere alle cure antibiotiche in tempi relativamente brevi.


Secondo Vytenis Andriukaitis, commissario UE alla Salute, “potenzialmente siamo vicini alla fine dell'era degli antibiotici. Lo scorso anno sono morte in Europa 25mila persone per infezioni resistenti".
Nella classifica dei Paesi europei, l'Italia si conferma uno dei peggiori consumatori di farmaci antibiotici: sono ancora troppe le persone convinte che l'antibiotico sia la risposta migliore all'influenza senza considerare che l'agente patogeno, essendo un virus, è del tutto immune da qualunque azione antibatterica. Oltre al mancato effetto sull'influenza, si ha anche quello, forse ancora più grave, di conferire maggiore resistenza a ceppi batterici potenzialmente pericolosi, lasciando pochissime opzioni farmacologiche per la terapia.


Per questo motivo, il tema dell'uso consapevole degli antibiotici resta al centro dell'attenzione degli enti europei e nazionali per la salute: quest'anno la Giornata europea di attenzione agli antibiotici (durante la quale viene pubblicato il rapporto) coincide con l'evento gestito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, con tema “Antibiotici: maneggiare con cura”.


È un dato di fatto che la resistenza acquisita dai microrganismi stia diventando un problema globale: oltre ad un controllo sull'uso indiscriminato di antibiotici nell'allevamento animale, molto deve essere ancora fatto per quanto riguarda la cultura della salute, per rendere le persone più consapevoli dei rischi di terapie farmacologiche fai-da-te.


(26 novembre 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.