Ultime Notizie

In Texas si regala energia elettrica. Nel 2017 la produzione sarà interamente "green". E da noi?

L’avreste mai immaginato che qualcuno un giorno avrebbe regalato “energia”? Se pensiamo che il motore delle guerre è proprio l’energia e che se ci si emancipasse da questo punto di vista potremmo risparmiarci tanto dolore. Ma non è questa la sede per discutere di geopolitica. Vi vogliamo raccontare di un posto nel mondo dove si usa la testa. A raccontarcelo è il New York Times, che racconta che in Texas quasi cinquanta aziende che gestiscono l’eolico offrono, in cambio di una piccola tariffa in più sul consumo di energia nelle ore diurne, energia gratis dalle 21 della sera alle 6 del mattino.


Tra queste aziende, la più grande si chiama Txu Energy e non è il nome di una società offshore, ma di una seria realtà locale. I cittadini cosa fanno allora? Si organizzano! Cercano di spostare, laddove è possibile, il consumo di energia di notte. Le lavatrici e le lavastoviglie vengono caricate e messe in moto la notte. C’è da dire che il Texas è il principale produttore di energia eolica negli Stati Uniti con circa il 10% dell’elettricità dello stato prodotto attraverso il vento.
In molti vorrebbero poter portare l’energia prodotta dal Texas anche nel resto del Paese ma il limite è che la rete elettrica texana non è collegata con il resto del Paese. Sarebbero necessari seri interventi di collegamento e adeguamento. A goderne, per ora, sono i texani. Attraverso questo surplus, infatti, la spesa d’approvvigionamento di energia risulta più bassa. L’energia è generata principalmente di notte quando i consumi, nonostante l’organizzazione, sono obiettivamente più bassi.


Stoccarla costerebbe di più ai produttori che proprio per questo motivo decidono di regalarla. Proprio come afferma Omar Siddiqui, il direttore del gruppo non-profit Electricity Power Research Institute del Texas, siamo davanti ad un caso in cui a vincere sono sia gestore che il consumatore. Il vero motivo di tutta questa convenienza nasce dalle liberalizzazioni che qualche anno fa hanno interessato il Paese.
Liberalizzazioni serie che hanno portato competitività. Se accade in Texas, che programma il 100% di rinnovabili per il 2017, perché non potrebbe accadere da noi? Il primo mandato di Obama fu tutto incentrato sulla green economy. È così che gli Stati Uniti hanno deciso di uscire dalla crisi. E noi? Non abbiamo capito che è necessario investire oggi in società offshore per raccogliere domani?


(26 novembre 2015)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.