Ultime Notizie

Chi dice molte parolacce ha una capacità verbale notevole

C’è chi pensa che chi vanta un linguaggio colorito denso di imprecazioni, più o meno pesanti, o di parolacce, non abbia un vocabolario generale troppo forbito – complice la rozzezza che si abbina a questo modo di parlare. In realtà è il contrario, gentiluomini e gentildonne di tutto il reame. Pare che a tal proposito – per difendere i buoni propositi dei nati sotto il segno degli scaricatori di porto – si siano adoperati due psicologi del Marist College (nello stato di New York) e i risultati sono stati pubblicati nella rivista Language Sciences. Kristin Jay e Timothy Jay, gli autori del sopracitato studio, hanno preso 43 individui (tra i quali 30 erano donne) di età compresa tra i 18 e i 22 anni.


Nella prima parte dello studio è stato chiesto ai partecipanti di enunciare, in 60 secondi, tutte le parolacce e le imprecazioni che venivano loro in mente; poi, nello stesso tempo, hanno dovuto snocciolare tutti i nomi di animali che ricordavano. Questa prima parte è servita a dare una prima idea della varietà di vocabolario di ognuno. Poi tutti gli individui sono stati sottoposti a un test di fluenza verbale (FAS). Nella seconda parte dello studio 49 individui (sempre tra i 18 e i 22 anni) hanno dovuto scrivere prima tutte le ingiurie, poi tutti gli animali con la lettera “a” su un foglio. I risultati, anche in questo caso, sono stati poi dimostrati con un’analisi di tipo FAS. Un uso vasto e vario di parole poco eleganti, insomma, è da affiancare a una padronanza di linguaggio ricca piuttosto che a povertà lessicale. Un’altra cosa che è stata dimostrata dallo studio è che non c’è differenza tra uomini e donne: quando c’è da imprecare ambedue i sessi lo sanno fare in modo più che soddisfacente.


(23 dicembre 2015)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.