Ultime Notizie

Chirurgia estetica: istruzioni per l’uso

Si fa presto a dire bellezza! Ah, la bellezza. Chi non la rincorre, non la desidera, non la vorrebbe preservare? E chi – contemplando allo specchio i cuscinetti di adipe in eccesso – non ha mai fatto un pensiero al ritocchino capace di restituire, quasi per miracolo, la serenità psicologica e il piacere di guardarsi? Se i miracoli, quelli “alti, restano appannaggio dei santi, per queste bramosie terrene non serve rivolgersi né a maghi, né a stregoni, ma semplicemente ai chirurghi estetici che – grazie alla loro esperienza – riescono a trasformare un profilo con difetti evidenti in un corpo piacevole da guardare.  

Ma quali sono gli interventi di chirurgia estetica più richiesti oggi? “Tra le richieste più frequenti che ci arrivano – fa sapere Marco Castelli, uno dei chirurghi estetici italiani più accreditati, iscritto alla SICPRE (Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica) che opera da anni sia in Italia che in Svizzera - c’è sicuramente quella di rifarsi il naso, a seguire troviamo il desiderio di rifarsi il seno e poi il lifting al viso, che oggi si può effettuare anche senza ricorrere al tradizionale bisturi”. “Attenzione però – avverte il medico – perché oggi si tende ad abusare un po’ di tutto, anche della chirurgia estetica”. Molti, infatti, tendono a ricorrere al ritocchino senza modificare il proprio stile di vita. È il caso di molti giovani e adulti obesi o sovrappeso, che si recano dal chirurgo estetico per ritrovare la propria silhouette e l’armonia della propria figura. Questo naturalmente è possibile, ma è importante cambiare il proprio stile di vita, optando anche per un’alimentazione equilibrata e un allenamento fisico costante e non intensivo. Una soluzione che consente di restare in forma e in salute. L’aspetto estetico è importante, a patto che coincida con il concetto di salute e benessere, sia fisico che mentale. “Un’altra avvertenza importante – conclude Castelli – è accertarsi sempre di rivolgersi ad un medico specializzato in chirurgia estetica, che abbia alle spalle un certo numero di anni di esperienza e sappia quindi effettuare un buon lavoro. In questo modo, è possibile evitare brutte sorprese, ma soprattutto il rischio di incappare in un medico incapace o addirittura abusivo. Il chirurgo competente, prima di approvare e avviare l’iter per il ritocco estetico, prescriverà dei controlli medici e degli approfondimenti clinici per poter valutare correttamente lo stato di salute complessivo della paziente, ma anche per capire le sue reali esigenze, le aspettative e la reale necessità di intervenire chirurgicamente. 

Sabrina Lamanna

(28 dicembre 2015)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.