Ultime Notizie

Due nuovi arresti di potenziali jihadisti a Bruxelles

Due persone in possesso di materiale di propaganda dell'ISIS e vestiti di tipo militare e accusate di pianificare attentati nel cuore di Bruxelles sono state arrestate nell'ambito di una imponente operazione antiterrorismo che mira a rendere più sicuri i festeggiamenti di fine anno, viste le nuove minacce all'Occidente lanciate dagli uomini in nero del sedicente Califfato.


I due sono accusati di preparare un attentato in centro a Bruxelles con il solo scopo di fare quante più vittime possibile; nel mirino dei potenziali jihadisti c'era il quartier generale della polizia che si trova nel centro della capitale belga, a pochi passi dalla Grand Place. Si pensa che i potenziali terroristi abbiano scelto la polizia come obiettivo per vendicarsi degli arresti e dei sequestri di materiale subiti negli ultimi tempi.
L'operazione antiterrorismo delle forze di sicurezza belghe è iniziata domenica mattina presto e subito sono cominciate le perquisizioni nelle case di persone anche solo lontanamente sospettate di contatti con cellule islamiste e guerriglieri che di trovano in Siria e Iraq. Nella città di Liegi le perquisizioni hanno anche portato ad alcuni fermi di persone sospettate di divulgare su Internet la propaganda del Califfato.
In tutto il Belgio, in occasione delle feste di fine anno, le forze di sicurezza e di intelligence sono in stato di massima allerta e saranno aumentati i controlli in tutte le manifestazioni di piazza per il pericolo che nella marea di residenti e turisti si possano infiltrare potenziali attentatori.


Lunedì sera, durante normali controlli all'imbocco di un'autostrada, una macchina non si è fermata quando gli agenti hanno intimato l'alt e ha cercato di forzare il posto di blocco; i poliziotti sono stati costretti a sparare per cercare di fermare l'auto in fuga. Alla fine, dopo un lungo inseguimento, la macchina è stata fermata da un grosso spartitraffico di cemento posizionato in mezzo alla strada e le due persone a bordo sono state arrestate e sottoposte ad un lungo interrogatorio.
Mentre le autorità, non solo belghe ma di tutto il mondo, tengono gli occhi ben aperti per evitare il ripetersi di atti orribili come quelli di Parigi, a tutti noi non resta che prepararci a festeggiare l'arrivo del nuovo anno sperando che il 2016 sia l'anno della sconfitta del terrorismo.


(30 dicembre 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.