Il ritocchino al viso che non migliora l’autostima - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Il ritocchino al viso che non migliora l’autostima

Share This
Arriva un momento nella vita che si vuole cambiare, migliorarsi. D’altronde nessuno è subito pronto a invecchiare; vedere le rughe nel viso è una delle maggiori cause di infelicità superati i 50 anni. Ma allora è giusto o no fare quei “ritocchini” – quelli che hai 65 anni e torni ventenne – che sono così tanto diffusi in un mondo che tiene più all’apparenza che alla sostanza?


Uno studio, condotto dal New York Center for Facial Plastic & Laser Surgery pubblicato da JAMA Facial Plastic Surgery, parla chiaro: non servono certo ad aumentare l’autostima. Parlando in termini meno generici e vedendo la faccenda in modo più particolare, su 50 pazienti di 58 anni di media, sottoposti ad analisi prima e dopo un trattamento di lifting, è emerso che il cambiamento nel punteggio sull’autostima è risultato troppo basso per essere significativo. Qualche indicazione maggiore si è ottenuta, tuttavia, considerando i punteggi di autostima iniziale: tra chi aveva una bassa autostima il punteggio è aumentato di 3,7 punti su una scala di 30 mentre, viceversa, chi aveva un’elevata autostima ha visto i livelli abbassarsi, addirittura, di 3,1 punti. In altre parole, siate ricchi di autostima a prescindere: solo così sarete capaci di affrontare la vita, con o senza ritocchi.


(7 dicembre 2015) 

Post Bottom Ad

Pagine