Ultime Notizie

Influenza: evitare l'abuso di farmaci

Con il mese di dicembre si prevede un aumento del numero dei casi di influenza, in attesa di raggiungere a inizio 2016 il picco epidemico. Finora l'Istituto Superiore di Sanità calcola che sono già stati colpiti circa 380000 italiani, soprattutto bambini. Giovanni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell'ISS, nel rapporto sottolinea che vanno distinti i casi di sindromi parainfluenzali, molto comuni soprattutto nei periodi al di fuori del periodo di picco dei contagi, perchè “solo nella fase del picco la maggioranza dei casi con sintomatologia influenzale è riferibile ai virus dell'influenza veri e propri''.


In ogni caso, è da ricordare che in commercio sono disponibili molti farmaci che alleviano i sintomi dell'influenza, ma che la malattia deve fare il suo corso: l'abuso dei farmaci, quindi, è assolutamente da evitare. L'influenza, infatti, è una malattia che si risolve spontaneamente entro 3-5 giorni, quindi ogni cura specifica è inutile: ha senso, invece, concentrarsi su una terapia per il controllo dei sintomi più pesanti e fastidiosi, come la febbre alta. Si tratta di farmaci da banco, molto conosciuti, come il paracetamolo e l'acido acetilsalicilico, che da soli sono in grado di far calare la temperatura; gli antivirali “inibitori della neuroamidasi” sono efficaci nell'abbreviare il decorso della patologia, ma non vanno utilizzati se non in casi eccezionali e sempre su indicazione del medico. In ogni caso, va sempre ricordato che gli antibiotici sono del tutto inutili nella cura dell'influenza, dato che la patologia è di origine virale e non batterica. Questi accorgimenti sono fondamentali per evitare di aggredire in modo troppo pesante l'organismo, soprattutto in presenza di altre patologie.

(20 dicembre 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.