Ultime Notizie

La COP 21 si avvia alla conclusione: riusciranno i delegati a salvare il pianeta?

Oggi per i delegati della COP 21 le negoziazioni per trovare finalmente un accordo che permetta di salvare il pianeta continueranno e diventeranno sempre più frenetiche, anche perché queste sono davvero le ultime ore disponibili.


È stata presentata una nuova bozza di accordo in cui i punti controversi sono molti di meno rispetto alla prima stesura, ma questo non significa certo che il lavoro da fare per tutte le delegazioni presenti alla conferenza sia meno gravoso. Non tutti i Paesi in via di sviluppo accettano le restrizioni alle emissioni che verrebbero imposte loro da un eventuale accordo vincolante per timore che queste possano pesare troppo sulla loro fragile economia e anche alcuni Paesi industrializzati hanno ancora paura che regole troppo restrittive possano frenare la fragile ripresa economica dopo la crisi finanziaria del 2008.


Cina, Brasile e India non sono per niente d'accordo di dovere fare gli stessi sforzi degli Stati Uniti e degli altri Paesi industrializzati, che considerano i grandi inquinatori storici, senza contare che non è stato ancora deciso se mettere il tetto dell'aumento della temperatura del pianeta a 1,5° oppure a 2°.
I responsabili francesi dell'organizzazione ambientalista WWF si dicono preoccupati perché nella bozza di accordo c'è scritto che i 100 miliardi di dollari di aiuti per l'adattamento e la conversione alle energie rinnovabili destinati ai Paesi più poveri aumenteranno dopo il 2020, ma non è ancora stato chiarito come i Paesi più ricchi aumenteranno il loro contributo.


I punti da chiarire sono ancora tanti e l'ultima bozza che sta circolando sulle scrivanie dei delegati è ben lontana dall'incontrare l'unanimità dei consensi, anche se alcuni leader politici e alcune ONG hanno avanzato idee innovative e proposte interessanti.
L’intera giornata sarà veramente fondamentale e decisiva per scrivere un testo che possa incontrare il consenso di tutti; alcuni manifestanti di organizzazioni ambientaliste hanno battuto simbolicamente i piedi sul pavimento per fare capire che il tempo per salvare il nostro bel pianeta azzurro sta davvero scadendo.

(11 dicembre 2015)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.