Ultime Notizie

Nostalgia retrò: la photomatic

Da anni ormai la photomatic ha subito un cambiamento. La vecchia striscia composta da quattro fotografie diverse è stata sostituita da un unico scatto ripetuto in formati diversi.
 Quanti utilizzano il macchinario per procurarsi una foto recente per un documento sono ben felici di ottenere un'immagine selezionata e pronta in barba alle centinaia di volte in cui una foto con occhi chiusi o distratti ci aveva catturato in un'istante di disattenzione.


Chi usa la macchina per un puro uso pratico non può avere nostalgia per quella vecchia striscia di quattro foto in cui molti di noi hanno dato spazio ad un piccolo atto di creatività quotidiana. Negli anni la photomatic ha raccolto la volontà di espressione di ognuno di noi. Quella macchina che aveva rappresentato l'innovazione e la naturale evoluzione delle carte e visite ottocentesche, aveva ben presto catturato l'attenzione del mondo dell'arte. 


L'esempio più noto e rappresentativo è offerto dalla Esposizione in tempo reale n° 4: lascia su queste pareti una traccia fotografica del tuo passaggio. In occasione della biennale di Venezia del 1972 Franco Vaccari aveva proposto un'opera in fieri; quello che ci veniva chiesto era entrare nella photomatic e lasciare un segno del nostro passaggio davanti alla camera.
 Ma gli esempi sono innumerevoli da Rainer a Bacon, da Magritte a Wahrol, da Duchamp ad Evans, gli artisti che si sono lasciati ispirare da quella scatola sono molti. 


Anche il cinema ha capito il fascino della photomatic, film come Che ora è? dove Mastroianni e Troisi, padre e figlio ritrovano nella macchina per le fototessere un istante di complicità perso da anni o il più recente Il favoloso mondo di Amèlie. Anche il mondo della pubblicità e dei fumetti si è lasciato ispirare da quella piccola scatola che collocata in vari angoli della città ci offriva fino a qualche anno fa un istante di libera comunicazione, un istante di pura espressione del nostro io.
 Inserire l'opzione che permetta di scegliere tra la vecchia striscia di quattro fotografie e la nuova con la foto singola ripetuta offrirebbe l'opportunità al fruitore del servizio di sfruttare l'uso pratico o abbandonarsi nella storia e nella libertà espressiva.


Alessia Del Fiore

(14 dicembre 2015) 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.