Ultime Notizie

Pinguini a rischio estinzione salvati da un cane maremmano

Un cane da pastore maremmano salva una rara specie di pinguini che rischiava l’estinzione in Australia. Incredibile, ma vero. La storia è accaduta a Middle Island, un minuscolo isolotto a sud della costa di Victoria. In questo piccolo paradiso disabitato, conosciuto per le sue distese verdeggianti e un clima particolarmente ventoso, abita la specie di pinguini più piccola del mondo. Noti con il nome di Pinguini Fatati e, successivamente, ribattezzati più semplicemente Piccoli Pinguini o Pinguini Blu, questi graziosi volatili non superano i 30 o 40 cm di altezza. Si tratta di una specie rara che popola le coste meridionali dell’Australia e della Nuova Zelanda e che, fino a qualche decennio fa, poteva contare oltre ottocento esemplari. Tuttavia, il numero è sceso drasticamente a poco più di una decina nel 2005, quando la colonia di pinguini di Middle Island ha conosciuto un nemico scaltro e feroce: la volpe


Questo astuto predatore popola le coste meridionali dell’Australia e, sul finire del XX secolo, è stata registrata una rapida crescita di questi animali con conseguente aumento della richiesta di cibo. Middle Island, che si trova ad una distanza di appena 20-30 metri da Victoria, ha offerto, quindi, la soluzione ideale per il sostentamento delle volpi e i pinguini sono stati trasformati in carne da macello. “In soli due giorni sono stati decimati oltre 360 esemplari”, ha affermato Peter Abbott, membro del “Progetto per la Salvaguardia dei Pinguini”. Con la bassa marea, infatti, la superficie di sabbia sepolta sotto le onde emerge lentamente al di sopra del livello del mare, creando dei canali di congiunzione tra Victoria e Middle Island. Questo fenomeno è diventato molto più vistoso proprio agli inizi del XXI secolo, quando il rapido ritiro delle correnti ha cominciato a produrre cumuli di sabbia molto più alti. Le furbe volpi hanno potuto così attraversare i pochi metri che le separavano dagli abitanti del minuscolo isolotto, bagnandosi a malapena le zampe. La storia avrebbe avuto un tragicofinale se non fosse stato per la bizzarra proposta di un allevatore di polli, SwampyMarsh: mettere un cane maremmano a guardia dei Piccoli Pinguini. “In Australia questi cani vengono utilizzati di solito per proteggere polli, capre e pecore, per cui mi sono detto: perché non provare con i pinguini?”, ha raccontato lo stesso Marsh in un’intervista prodotta da BBC. Il risultato è stato un successo. Già dalla prima settimana dopo che un bellissimo cane da pastore, chiamato Oddball, è giunto a Middle Island, sono stati riscontrati esiti positivi. “Ogni mattina trovavamo le impronte delle volpi sulla sabbia ancora umida”, racconta Peter Abbott, “ma da quando è arrivato Oddball non ne abbiamo più vista neppure una”. Le volpi, infatti, allarmate sia dall’odore che dall’abbaiare del cane, hanno preferito cercare altrove le proprie risorse alimentari piuttosto che scontrarsi con questo nuovo ospite indesiderato. “Se questo espediente fosse stato introdotto prima non sarebbe morto neppure un pinguino”, continua Abbott, entusiasta. Oggi, a distanza di dieci anni dall’arrivo di Oddball, a Middle Island vivono serenamente oltre duecento pinguini, sotto la tutela di Endy e Tula, rispettivamente il sesto e il settimo maremmano dell’isola. I cani operano soprattutto nel periodo riproduttivo, tra ottobre e marzo, e soggiornano sull’isola non più di cinque o sei giorni a settimana. Durante la loro assenza, il loro odore persistente è sufficiente a tenere lontane le volpi. Questa curiosa vicenda ha ispirato un film, Oddball, dedicato proprio al primo patrono dell’isola, che solo in Australia ha fruttato ben otto milioni di dollari e a cui hanno preso parte molte persone del luogo che hanno assistito in diretta allo sviluppo della vicenda. Cani, pinguini, galline, pecore e volpi sono i protagonisti di una storia meravigliosa che indaga lo spirito di collaborazione e solidarietà presente nel mondo animale, talvolta più profondoche in quello degli uomini. Il film, tradotto in italianocon il titoloGiotto, l’amico dei pinguini, è uscito in Italia lo scorso 29 ottobre senza ottenere, tuttavia, il successo riscontrato in Australia, dove Middle Island si è trasformata in una delle mete turistiche più ambite. Hotel e altre strutture alberghiere hanno, infatti, registrato una crescita vertiginosa del numero di turisti, attratti non solo dalla prospettiva di visitare il piccolo isolotto o di incontrare i famosi maremmani, ma anche dall’opportunità di effettuare un tour, “Meet the Maremma Tour” in cui, in compagnia dei migliori esperti, è possibile scoprire un patrimonio naturalistico e faunistico tanto incantevole e straordinario.

Anna Rita Santabarbara
(23 dicembre 2015)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.