Ultime Notizie

Ramadi, torna il controllo del governo iracheno

Dopo aspri combattimenti la città irachena di Ramadiè tornata sotto il controllo del governo iracheno grazie ad una operazione condotta dalle forze speciali dell'esercito iracheno; i miliziani dell'ISIS sarebbero in fuga disordinata e alcuni di loro sarebbero anche stati catturati e uccisi. Nel maggio scorso l'esercito del Califfo nero aveva preso il controllo della città e subito erano iniziate le violenze contro i civili che erano stati costretti a conversioni forzate alla religione islamica e ad una rigida osservanza delle regole del Corano; molti sono fuggiti abbandonando le proprie case e tutti i beni rimasti sono stati requisiti dagli islamisti.


La battaglia per Ramadi è durata due settimane ed è costata centinaia di morti da entrambe le parti; ora i militari dell'esercito iracheno possono dire di avere ottenuto la prima vera vittoria sullo Stato islamico e stanno provvedendo alla messa in sicurezza della città, mentre gli artificieri stanno disinnescando mine ed altre trappole esplosive lasciate dagli islamisti. Le truppe irachene sono state addestrate da personale militare della coalizione internazionale e finalmente il duro lavoro sta dando i frutti sperati; hanno avuto un ruolo fondamentale nella riconquista della città anche i continui raid aerei statunitensi che hanno gravemente danneggiato alcune postazioni dell'ISIS. La liberazione di Ramadi è un passo in avanti molto importante nella lotta al terrorismo perché la città irachena ha un altissimo valore simbolico e strategico; si trova a soli cento chilometri dalla capitale Baghdad ed è sulla strada principale che collega Baghdad a Mossul, altro grande centro strategico, nonché base di partenza dei più grandi oleodotti che attraversano il Paese. Il leader del Califfato Al Baghdadi, dopo sette mesi di silenzio, è tornato a farsi sentire negli ultimi giorni incitando i suoi uomini a continuare la lotta agli infedeli e dicendo che, nonostante la sconfitta di Ramadi, lo Stato islamico è più che mai forte. Queste dichiarazioni di forza, tuttavia, sembra che siano state studiate ad arte per coprire il fatto che rispetto all'anno scorso il sedicente Califfato ha perso tra il 15 e il 20% dei territori sotto il suo diretto controllo. Adesso che Ramadi è tornata sotto controllo governativo il prossimo passo deve necessariamente essere la riconquista di Mossul; con un'attenta gestione di queste due città l'esercito iracheno potrà dire di avere la strada spianata per la vittoria contro gli islamisti.

(29 dicembre 2015)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.