Ultime Notizie

Allarme obesità infantile: l’UE dice no ai prodotti con superdosi di zucchero

L'Unione Europea dice no ai prodotti con superdosi di zucchero. Le norme che ne consentivano la commercializzazione sono state bloccate dal Parlamento europeo con diritto di veto poiché dannose per i bambini i quali si troverebbero a consumare alimenti con quantità di zucchero tre volte superiori ai limiti raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Secondo quest'ultima, l'apporto energetico di zuccheri giornaliero, per un bambino delle elementari, dovrebbe essere pari a meno del 10% del consumo totale di energia.


Tuttavia, solitamente, a quell'età, il livello di zucchero è stimato in un 30% dell'apporto quotidiano, margine al limite consentito dalla Commissione europea ma non dal Parlamento che con 393 voti a favore ha decretato la riduzione rimettendo il provvedimento legislativo alla prima per un'ulteriore analisi. Il relatore Keith Taylor ha spiegato come il fine ultimo sia, ad ogni modo, proteggere il bambino formulando norme in grado di garantire la sua salute, mentre l'introduzione di elevati livelli di zucchero che circoli nel sangue di bambini così piccoli contribuirebbe ad incrementare il fenomeno dell'obesità infantile, il sorgere di diabete e patologie cardiovascolari, nonché problemi dentali.


In poche parole troppo zucchero farebbe male alla salute futura dei nostri figli. A scopo precauzionale, nel documento che concerne la tematica in oggetto, i deputati hanno chiarito che l'etichettatura e la vendita di cibi per bambini trasformati, come gli OGM, dovrebbe indicare inequivocabilmente che, in quanto tali, questi alimenti non sono adatti agli infanti sotto i mesi di vita. Dunque, è bene tenere a mente queste avvertenze quando ci si appresta ad acquistare prodotti del tipo summenzionato.


(22 gennaio 2016)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.