Ultime Notizie

Dieta su misura: tra cinque anni si utilizzeranno i dati genetici

Quanto sarebbe bello se ognuno di noi avesse una dieta su misura, di quelle che tengono conto del DNA e che non pretendono che tutti gli organismi rispondano allo stesso modo a regole che pacati nutrizionisti stilano sempre – quasi – uguali? D’altronde ci sono quelle persone che ingrassano anche solo respirando l’aria sana di montagna e quelle che possono mangiare anche tiramisù, e zuppa inglese, e dolcetti glassati, e panettoni coi canditi tutta la vita che rimangono una taglia 40 – sembrano denutrite e sono spigolose nei tratti ma sono felici, molto più di quelli che per pranzo potranno mangiare solo un fondo di sedano e un paio pomodori.


Questione di DNA? Pare di sì, o almeno secondo i ricercatori dell’Università del Texas i quali, tramite uno studio nuovo di zecca, hanno scoperto il legame tra un genoma e il controllo dell’impulso del mangiare e dell’accumulo dei grassi.
In cinque anni, affermano in modo sicuro gli esperti, verranno create diete personalizzate che terranno conto dei fattori comportamentali, genetici e generali. Tutto sarà su misura, insomma. Pare che lo stesso pasto venga metabolizzato in modo differente – questo viene detto da uno studio israeliano e sottolineato dai ricercatori texani – da persone diverse. Sono state collegate variazioni del DNA con la propensione alla sregolatezza davanti al cibo, e anche il microbiota intestinale è un elemento importante nel mantenimento di un peso forma.


Condizioni mentali, attività fisica e genetica andranno unite per produrre terapie in grado di aiutare le persone in modo impeccabile.


(11 gennaio 2016)



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.