Ultime Notizie

Il terrorismo è davvero globale: attaccata anche Jakarta

Il mondo non ha avuto il tempo di riprendere fiato dopo gli attacchi di due giorni fa ad Istanbul, che il fondamentalismo islamico è tornato a colpire e questa volta la città colpita è stata la capitale indonesiana Jakarta. Un commando di uomini pesantemente armati ha fatto irruzione nel migliore centro commerciale della popolosissima città indonesiana, il Sarinah Shopping Mall, in pieno centro e vicino agli uffici distaccati delle Nazioni Unite.



Secondo un primo bilancio i morti sono sette e un funzionario delle Nazioni Unite di nazionalità olandese è stato sottoposto con urgenza ad un intervento chirurgico per via delle gravissime ferite riportate. Nel caso di Istanbul ad essere presa di mira è stata la Piazza Sultanahmet, vicino all'Obelisco di Teodosio, alla Basilica di Santa Sofia e alla Moschea Blu, le principali attrazioni della metropoli sul Bosforo; qui i morti sono stati nove e quindici persone sono state ferite gravemente, tanto che alcuni lottano ancora per sopravvivere in un letto di ospedale. L'ISIS si sta rivelando sempre di più una rete globale di terroristi senza scrupoli, pronti a colpire in ogni momento, nei luoghi che fino a poco tempo fa erano considerate mete turistiche sicure, vistate da migliaia di persone. Ad essere presi di mira sono le capitali e i loro principali luoghi di attrazione e aggregazione; i turisti, nella folle mente degli estremisti, sono pericolosi miscredenti e per questo nemici da combattere ad ogni costo. 


L'Europa, dopo i tragici fatti di Parigi, ha imparato a caro prezzo che non esistono più luoghi davvero sicuri dove il terrorismo non può arrivare; i terroristi sono subdoli e si nascondono tra di noi, nei quartieri delle nostre città senza che noi ce ne accorgiamo. Teatri e sale da concerto come il Bataclan di Parigi, ristoranti e caffè, centri commerciali come il Sarinah di Jakarta, musei come il Bardo di Tunisi e persino le spiagge, come quella di Sousse sempre in Tunisia; i luoghi frequentati dai turisti occidentali sono i nuovi bersagli di un terrorismo che pretende di toglierci la libertà di uscire e di fare un viaggio. L'appello di stamattina a reti unificate del Presidente indonesiano a non chiudersi in casa e a non farsi sopraffare dalla paura è importante perché fa capire che l'antidoto migliore contro il terrorismo è proprio uscire di casa a testa alta e continuare la vita di ogni giorno.  


(15 gennaio 2016)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.