Ultime Notizie

Milano Moda Uomo A/I 2016-2017: il report dei primi due giorni di sfilate

Dal glam rock di Roberto Cavalli all'urban-hipster di Philipp Plein, l'uomo autunno-inverno 2017 calca le passerelle delle prime due giornate della settimana della moda milanese con una consapevolezza ritrovata. Lo stile è sempre e ancor più eclettico, ogni brand è forte nella sua individualità, ricercata e delineata, e la commistione di genere lascia il posto a quella vanità maschile che, sinonimo di virilità, intriga e seduce senza bisogno di osare troppo. Apre le danze Peter Dundas per Roberto Cavalli, e, senza rinunciare ai tratti distintivi del marchio quali l'impronta animalièr e il mood da cine-star, gioca con lane e velluti per creare capispalla che variano dai classici blazer e le mantelle, ricamate con motivi floreali barocchi, alle pellicce. I colori sono polverosi, nero, grigio e cammello, i principali. Guizzi di luce dall'accenno rock vengono dati grazie al carta da zucchero e al bianco.


Corneliani ci porta indietro nel tempo agli anni '40, quando l'eleganza era il sinonimo di funzionalità. Spalle larghe, fedora alla “Bogey”, i cappotti e le giacche Corneliani sono super leggeri, le forme decostruite, le impunture a vista a smorzare un rigore altrimenti eccessivo. La maglieria è protagonista nella versione a trama larga e i tessuti spaziano dal cashmere al nylon passando per l'astrakan. Il marrone è il colore principe, dal tabacco a tutte le altre nuances. I ricami all'uncinetto sono minuziosi e realizzati a mano. Così' anche gli ornamenti tridimensionali che impreziosiscono i tessuti del guardaroba firmato Ermenegildo Zegna, per il quale Stefano Pilati porta in passerella una finezza estrema, che parla di lavorazione sartoriale e ricercatezza declinate in soprabiti di cashmere, cotoni, e fur, da accompagnare a borse e zaini in pelle, e le immancabili derby (borchiate o frangiate). Raffinatezza e precisione sono anche i punti cardine di Jil Sander che gioca con le silhouette in verticale e diagonale per rielaborare i volumi. I tagli sono netti, il mood edgy-noir. Non manca nessun soprabito, dal long coat, al parka, al bomber multiuso. Gli inserti di pelle accoppiata contribuiscono a ricalcare l'allure sporty che da sempre contraddistingue il brand. E se il temperamento sportivo e un'eleganza ricercata sono un po' gli ingredienti principali di questa nuova moda uomo, Versace li interpreta con un'immancabile tocco '80. Camaleontica e terribilmente glamour, Donatella propone cappotti ampi da abbinare a pantaloni dritti, e chiodi in pelle laminata su fuseaux iridescenti. I tagli sono decisi, i volumi a contrasto. Le varsity jackets e i completi seguono perfettamente il fit del corpo ma si portano con camice vaporose. Sneakers alla caviglia e zaino in spalla fanno da corredo. Di impronta più trasgressiva e metropolitana sono le collezioni A/I 2017 firmate Les Hommes e Philipp Plein


I capi di punta sono comunque le giacche, in pelle stile bikers, e bomber dal piglio urban. Les Hommes reinventa i pantaloni secondo soluzioni tecniche dinamiche e li abbina a camicie e soprabiti dalle grafiche tribali, che rende più street aggiungendo spruzzi di borchie. Philipp Plein porta in passerella gli skater di nuova generazione, dallo spirito hipster e lo stile dark. Anche qui non mancano i giubbotti, bellissimi i chiodi da portare su t-shirt ispirate ai super eroi e i completi con chiusura a scialle che fanno la differenza. Infine, non mancano cappelli, guanti bandane e chiaramente i biker boots. L'uomo di Lucio Vanotti, talento ospitato da Giorgio Armani nel teatro di via Bergognone a Milano, sono meno esosi e più introspettivi, quasi dei monaci samurai sospesi tra l'ascetico e il marziale. Rilassato e casual è invece l'uomo Marni che indossa bluse dalle lunghezze over e i colli geometrici, blazer dalle stampe romantiche e cappotti fluidi e colorati con inserti fur. I colori, tratto iconico del brand, si ripetono a tocchi, dal nero, al bordeaux, il senape, il cammello e gli azzurri.


(23 gennaio 2016)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.