Ultime Notizie

Morti per parto, Italia in linea con gli standard europei

In questi ultimi giorni si è scatenata una forte polemica sugli standard di sicurezza degli ospedali e sulla professionalità dei ginecologi, a causa della morte di cinque donne alle ultime settimane di gravidanza.


Il presidente della SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia), Paolo Scollo, interviene nel dibattito confermando che l'Italia è in linea con gli standard europei, dal momento che “abbiamo alta qualità e uno dei più bassi indici di mortalità materna”.
Rispetto alla morte delle donne, e in alcuni casi anche dei feti, sarà necessario indagare sullo stato di salute pregresso delle pazienti, in particolare sulla correlazione tra l'obesità e i decessi "verificando se le due partorienti tra le cinque morte nei giorni scorsi fossero obese già prima della gravidanza o abbiamo avuto un incremento ponderale eccessivo, dell'ordine di 30 chili, durante la gravidanza”.
Sempre secondo il presidente della SIGO, in un'ottica di attenzione alla salute della madre e del nascituro, è fondamentale intervenire chiudendo le strutture in cui avvengono meno di 500 parti ogni anno, proprio per garantire la professionalità degli operatori.


Il tema della sicurezza del parto torna ancora una volta al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica e l'Istituto Superiore di Sanità sta lavorando per aggiornare le linee guida per rendere ancora più efficace il Registro della Mortalità Materna, uno strumento che permette all'ISS di conoscere ogni caso di mortalità materna.


(5 gennaio 2016)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.