Ultime Notizie

Allarme Zika: epidemia prevista in Italia per l'estate

Continua la paura per la diffusione del virus della Zika. Dopo l’Africa, gli USA e l'Europa, anche la Cina registra un primo caso. Si tratta di un trentaquattrenne.


Primo caso di virus Zika in Cina. L'agenzia di Stato Xinhua, facendo riferimento a informazioni avute direttamente da fonti governative, ha reso noto che si tratta di un trentaquattrenne proveniente dalla città Ganxian, nella provincia dello Jiangxi. Il virus trasmesso dalla zanzara "Aedes Aegypti", comunemente nota come tigre, ha una capacità di espansione davvero rapida, basti pensare che in America sono già 13 i paesi in cui è stata contratta l'infezione, mentre l'Italia conta già 9 casi conclamati. Il nostro, dunque, è sicuramente un paese a rischio e si teme che il numero degli effetti possa salire vertiginosamente in estate. A detta degli esperti, l'insetto, che non è in grado di sopravvivere alle nostre temperature invernali, troverebbe il clima fertile per insediarsi e proliferare durante la stagione calda. Già in passato vi fu un’epidemia diffusa proprio in estate da un virus molto simile, il chikungunya. Il virus della Zika, originario del Brasile, presenta sintomi simili ad una comune influenza ma gli effetti dell'infezione connessa sono molto più gravi, in alcuni casi anche letali (Colombia). I soggetti a rischio sono le donne in stato di gravidanza poiché la malattia è causa di gravi malformazioni del feto, tra le quali, si pensa, la microcefalia. Purtroppo non è ancora stato trovato il vaccino in grado di immunizzare l'infezione, anche se studi in corso propongono la sperimentazione di una profilassi derivato dallo stesso materiale genetico da cui ha origine il virus. Se si è in dolce attesa è bene quindi proteggersi evitando di recarsi nei paesi a rischio e premunirsi di spray potenti in vista delle calde temperature. Inoltre, talune strutture sanitarie stanno studiando un percorso specifico di monitoraggio dello stato di salute delle gestanti.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.