Ultime Notizie

Contro la cistite un principio attivo contenuto nei mirtilli rossi

La cistitedolorosa infezione dei tratti urinari – colpisce ben una donna su quattro tra i 20 e i 50 anni. Nella maggior parte dei casi è riconducibile a infezioni batteriche, ma in misura minore può essere provocata da farmaci, da infezioni virali o micotiche, da agenti chimici tossici, da calcoli, da tumori alla vescica o da manovre strumentali.


Il miglior rimedio è senza ombra di dubbio la terapia antibiotica, che la contrasta in modo efficace e veloce. Molti sono i rimedi cosiddetti “della nonna”. Tra quelli non verificati da affascinanti medici con il camice immacolato si annoverano le tisane di malva, equiseto e gramigna, il mannosio, i fermenti lattici, i mirtilli rossi – oltre a molti altri.


Tra questi metodi naturali ce n’è uno che ha ricevuto lo stemma di “vero”, scientificamente parlando. Un principio attivo contenuto nei mirtilli rossi e chiamato proantocianidine impedisce ai batteri di legarsi alle pareti della vescica. Uno studio, pubblicato sull’American Journal of Obstetrics and Gynecology, ha dimostrato che capsule contenenti questo principio attivo riducono le infezioni del tratto urinario. Ma già arrivano gli avvertimenti: mica un po’ di succo di mirtillo rosso può prevenire la brutta faccenda, eh. Timothy B. Boone, presidente del Dipartimento di Urologia dello Houston Methodist Hospital, mette in guardia dal sopravvalutare il risultato della ricerca.






Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.