Ultime Notizie

De Chirico a Ferrara: un vuoto scavato attraverso materia e idea

La mostra De Chirico a Ferrara (Palazzo dei Diamanti, fino al 28 febbraio 2016) è un breve e pieno cammino. Dalle prime sale, quello che comincia a saltare all'occhio è una direzione, una mano che discopre passo per passo il pensiero dell'artista. Questa mano alza i veli, reali e immaginari, e ci guida verso l'essenza che il pittore sembra spasmodicamente cercare.


Così vediamo follie geometriche di colori violenti – sensate proprio perché senza senso – che si alternano a oggetti, volti, statue e cibo. E su tutto troneggia l'incerto azzurro acquoso di un cielo vuoto, come ultima destinazione di ogni viaggio. Poi ancora, immagini da cartolina incastonate nell'evanescente sicurezza di cornici perfette, piani e strati che vengono messi a nudo e poi confusi, perché la realtà rimane inestricabile.
In tutto questo percorso, l'occhio viene ingannato da citazioni sui muri, video esplicativi e capolavori di altri grandi maestri (Magritte, Dalí e Carrà). Sono frammenti, elementi che De Chirico ha donato all'arte e altri hanno colto, ma la sua sostanza metafisica e spirituale ne è estranea. Quello che bisogna fare è considerarli come accessori e imparare ad ascoltare solo il proprio sguardo.


Si chiude con Il grande metafisico, ascesa nostra e dell'artista, con la testa del manichino che quasi sfida la cornice del quadro, ossessionata ad andare oltre.
Alla fine di questo cammino arriviamo a renderci conto che quel cielo, indeciso a metà tra alba e tramonto, non è affatto un cielo (come può una striscia di cielo insinuarsi sopra a un tavolo apparecchiato?) ma un vuoto scavato attraverso materia e idea, che dà un senso nicciano di nullificazione e al contempo di svelamento di un'unica, serena e orrenda, verità.

P.S. Peccato per quei visitatori che non riescono a guardare un'opera senza frapporre lo schermo di un cellulare. CLICK! E passano al quadro successivo. Come se una foto potesse davvero catturare un ricordo.

De Chirico a Ferrara
Metafisica e avanguardie
Palazzo dei Diamanti
14 novembre 2015 – 28 febbraio 2016

Cosimo Monari



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.