Dipendenza affettiva: occorre rivolgersi a un professionista - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Dipendenza affettiva: occorre rivolgersi a un professionista

Share This
La dipendenza affettiva è qualcosa di morboso, martellante, maniacale; è dipendere da qualcun altro per sentirsi abbastanza… abbastanza all’altezza, abbastanza amato, abbastanza sicuro di sé. Come tutte le dipendenze – e le cose affrontate con morbosità, d’altronde – non è certo salutare.


Chi ne soffre offre gran parte del suo tempo alla persona oggetto della sua ossessione, dimenticando totalmente il proprio “io”; ci si annulla, ci si sottostima mentre si idealizza l’altro. Le cause possono essere molteplici: scarsa autostima, mancanza d’amore per sé stessi, poca conoscenza dei propri bisogni, paura della solitudine. Pur di non essere abbandonati si sopporta ogni tipo di angheria; si mandano giù bugie, tradimenti, urla, litigi, maltrattamenti.


Per uscirne occorre rivolgersi a uno specialista: la psicoterapia è un toccasana, in questi casi. Terapie mirate portano a risultati importanti.


(2 febbraio 2016)

Post Bottom Ad

Pagine