Ultime Notizie

“Giochi senza frontiere” in un’Europa con le frontiere

È quantomeno curioso che i rumors su una possibile nuova edizione di “Giochi senza frontiere” stiano girando proprio in questo periodo; un periodo in cui si sta valutando la sospensione dei trattati di Schengen e in cui persino la generosa e democratica Scandinavia si sta richiudendo su sé stessa con espulsioni, sequestri di beni, e in generale una svolta politica nel fronteggiare l'afflusso abnorme di profughi.


La base dell'Unione Europea si fonda sulla cancellazione progressiva della frontiera, reale e immaginaria. Schengen ne è il caposaldo. La frontiera è simbolo d'identità, ma anche di una contrapposizione: di qua noi, di là loro. È retaggio di un mondo chiuso, in cui puoi identificare il nemico da un vestito diverso, un diverso accento, un tratto etnico peculiare. Abbiamo spremuto il concetto di globalizzazione nel suo lato peggiore – economico e utilitaristico – e ora stiamo scartando anche quel brandello di progresso socio-culturale che una visione più ampia dell'umanità poteva darci.
Continuiamo a ripeterci che un passo indietro in questo senso possa essere solo temporaneo, ma questo autoconvincimento mi ricorda tanto quello delle coppie che, con l'assurdo pensiero che i problemi si risolvano dimenticandone l'esistenza, si lasciano, sicure che un po' di distacco non possa che fare bene alla loro relazione.


E in questo clima rispuntano i “Giochi senza frontiere”. Il programma smise di essere trasmesso nel 1999, proprio nell'anno in cui l'Europa sancì la propria unione economica, tre anni dopo gli accordi di Schengen. Se dovessi azzardare una lettura di questo fatto, al di là della logica del rebooting e dello spettacolo, vedo dei popoli che, di fronte al rischio del crollo del proprio sistema di valori, scelgono di rifugiarsi nel rassicurante mondo della finzione televisiva, ripetendosi ossessivamente che il problema delle frontiere sia soltanto un gioco.


Cosimo Monari
(1° febbraio 2016)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.