Ultime Notizie

Quentin Tarantino e quello sputo sul volto del perbenismo

Titoli di testa. Applausi (siam pur sempre italiani). 
Cristo di legno che porta la sofferenza del gelo. Poi, bianco fino a non respirare più. La scelta della pellicola da 70mm traccia una sorta di linea di separazione tra quel mondo e il nostro ma, al contempo, ci rimanda al calore analogico dell'incertezza, di un mondo dove cinema e mito sono inscindibili. E la storia può iniziare.


Un incontro tra cacciatori di taglie si conclude con un patto. Ruota tutto intorno a una donna, ma non è né eroina, né guerriera. Però la sua testa vale parecchio. Si arriva a un emporio, sasso sbilenco che resiste alle zanne dell'inverno. Qualcosa comincia a non tornare, particolari incongruenti, mezze verità o mezze bugie. Ci si trova tutti in attesa che la bufera passi; otto ripugnanti sotto un tetto. Ci si punzecchia; yankees contro schiavisti sconfitti, uomini che picchiano donne, neri contro bianchi, e i boia fan da giusta bilancia. Ma serpeggia la voglia di sangue. Russell lancia la sua sfida a chiunque voglia togliergli la sua donna da impiccare, il suo trofeo. E non si può far altro che attendere.


“Oh, un'ora e mezza di film e non è successo niente”!
Sarà, ma qui ci sono sette piccoli cowboy (e un negretto), e di Agatha Christie si sente bene l'odore. Comincia la girandola di morti. Tra veleni e colpi esplosi, il sangue non manca. E la giustizia pacata del thriller viene sostituita da quella rapida e grezza del West (e dello stesso Tarantino).
Russell e Roth in gran spolvero. Jackson è, come sempre, una certezza. Tarantino riscopre la parte graffiante del primo sé stesso e la miscela con quello che ha imparato dalla vendetta. Un intenso sputo sul volto ben lavato del perbenismo.
Titoli di coda. Applausi.
Come all'atterraggio di un aereo. Ma questo volo non ha avuto né noia né scossoni.


Cosimo Monari


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.