Ultime Notizie

Sanremo 2016: torna Arisa, più matura e un po' spirituale

Artista in gara: Arisa 
Vero nome: Rosalba Pippa 
Età: 33 anni 
In attività dal: 2008 
La carriera in tre tappe: Nel 2009 coi suoi occhialoni vince il Festival di Sanremo nella sezione Nuove Proposte col tormentone Sincerità. Per due edizioni, la quinta e la sesta, è giudice di X Factor. Nel 2014 s'impone anche tra i Big del Festival col brano Controvento


Canzone in gara: Guardando il cielo
Cover della terza serata: Cuore
Disco in uscita: Guardando il cielo (dal 12 febbraio)
Partecipazioni precedenti al Festival: 4 (di cui due vittorie tra i Giovani nel 2009 e tra i big nel 2014 e un secondo posto nel 2012)

I tre più grandi successi: La notte (2012) - Sincerità (2009) - Controvento (2014)


Carlo Conti dice di lei: “È una creatura di Sanremo e Sanremo non può fare a meno di lei. Ha vinto tra le Nuove Proposte, tra i Big e l'ha condotto con me l'anno scorso. Ritorna con una canzone melodica, un pezzo intenso, spirituale e diverso da quelli che ha cantato finora”.



Testo della canzone
di G. Anastasi

Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Viviamo tempi troppo austeri
Siamo animali di città
Eppure sai che ogni notte prima di dormire io
Che ho preso tutto da mia nonna faccio una preghiera a Dio
Potrà sembrarti rituale però a me dà serenità
Con la certezza che ci sia
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Potrai chiamarla anche magia
Per me adesso si chiama universo
Stringo i pugni e rido ancora che la vita è questa sola
Se un giorno un’altra vita arriverà
Mi sono già promessa di non viverla in città e quindi
Di ogni giorno prendo il buono
Tanto a cosa serve a un uomo
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Se tu mi chiedi cosa faccio in questa vita amico mio
La sola cosa che so dirti è non lo so nemmeno io
Viviamo tempi troppo austeri in queste stupide città
Ma ho la certezza che ci sia
Una realtà che va al di là di questa comprensione mia
Potrai chiamarla anche utopia
Per me adesso è solo universo
Stringo i pugni e rido ancora
Che la vita è questa sola
Se un giorno un’altra vita arriverà
Mi sono già promessa di non viverla in città
Di ogni giorno prendo il buono
Tanto a cosa serve a un uomo
Svegliarsi e dire che oggi non andrà
È troppo presuntuosa la previsione di una verità
Di una verità
Di una verità

Di una verità


(4 febbraio 2016)


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.