Ultime Notizie

Cinque abitudini che fanno male alla salute

Vi siete mai chiesti come mai, nonostante gli sforzi di una dieta sana e corretta, non riuscite a perdere peso? Perché vi dedicate ad attività domestiche per attenuare lo stress ed invece di distendere i nervi accumulate solo tensione? Perché accendete il pc per dedicarvi ai social o curiosare le ultime novità in rete e il mattino dopo vi sentite esausti e spossati, magari con un gran mal di testa?



Ogni giorno, da routine, compiamo una serie di gesti e comportamenti nella convinzione di agire per il nostro bene, prendendoci cura di noi stessi e del nostro benessere, tuttavia non tutti aiutano a preservare una qualità della vita rilassata e di qualità, anzi, inaspettatamente contribuiscono alla perdita di energia e alla stanchezza sia fisica che mentale. Scopriamo qui di seguito le cinque comuni e cattive abitudini che fanno male alla salute.
1) Stare alzati fino a notte fonda: a meno che non si esca per trascorrere il tempo con gli amici e andare a divertirsi facendo le ore piccole, fare i nottambuli quando l'indomani ci aspetta una giornata di lavoro è deleterio per il nostro organismo. Il cervello, come la batteria di un dispositivo tecnologico, ha bisogno di ricaricarsi per funzionare. La nostra carica è il sonno. Nei brevi cicli di dieci minuti di sonno profondo seguiti da periodi più lunghi di dormiveglia la mente si ristora così che il giorno dopo è in grado di affrontare gli sforzi senza perdere in termini di performance ed efficienza. Di più, dormire poco agevola l'invecchiamento precoce, fa venire le occhiaie, cadere le palpebre e assumere un pallore da persona emaciata.
2) Stravaccarsi sul divano dopo i pasti: potete anche mangiare solo yogurt e frutta, imbottirvi di detox e seguire pedissequamente le indicazioni dello specialista che indica carboidrati a mezzogiorno e proteine, il tutto ovviamente ipocalorico e povero di grassi, la sera, ma se dopo aver sollecitato l'attività metabolica non la agevolate con una passeggiata o un minimo di movimento, non brucerete mai nulla di ciò che avete assunto (o almeno molto poco).


3) Fare tanti addominali: inserire serie su serie di addominali nel vostro piano di allenamento non varrà tutto lo sforzo per avere una pancia tonica e piatta se non eseguite l'esercizio in modo corretto. In sequenze motorie di questo tipo il tronco deve essere un tutt'uno con il collo e la linea della schiena non va mai spezzata ma tutto deve sollevarsi per andare verso le gambe. Se si alzano solo le spalle, l'addome non lavora e, il più delle volte, si piega il collo verso l'ombelico sforzando le vertebre. Questo può causare danni non da poco, provocando cervicale, emicrania e schiacciamento delle vertebre.
4) Lavare i denti dopo ogni pasto: avere cura dell'igiene orale è importante ma non sempre giova ad avere una dentatura perfetta. Molti cibi acidi agiscono sullo smalto corrodendolo. I dentifrici, soprattutto quelli sbiancanti, contengono delle sostanze che velocizzano e rendono più potente questa azione corrosiva, per cui è meglio evitare di lavarsi i denti troppo spesso e subito dopo aver mangiato.
5) Stare seduti sul water quando si fa la popò: studi medici dimostrano che avere una posizione raccolta, o meglio, stare accovacciati mentre si libera l'intestino, aiuta a prevenire problemi legati allo stesso o all'apparato escretore, come infiammazioni ed emorroidi.



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.