Ultime Notizie

Connessioni tra misofonia e genialità

Si chiama misofonia e altro non è che una ridotta tolleranza al suono. I soggetti che ne soffrono si innervosiscono per rumori che per gli altri sono normali; possono infuriarsi per rumori ordinari come quelli generati da persone che respirano, tossiscono, russano, mangiano, parlano, annusano o si tagliano le unghie. Possono sviluppare comportamenti ansiosi, evitanti e finiscono per avere una molto scarsa socializzazione. 
Ma potrebbero essere dei geni creativi.


Una ricerca condotta dalla Northwestern University, nell’Illinois, ha scoperto che l’incapacità di filtrare i suoni è indicativo di una maggiore creatività. Studiando ben 100 individui, i ricercatori sono giunti alla conclusione che tra chi cercava di eliminare rumori ritenuti fastidiosi (come il mangiare pop corn) c’era una maggiore probabilità di pensare fuori dagli schemi.


Molti sono stati nel tempo i nomi importanti associati sia alla misofonia che alla genialità, tra questi si annoverano Johann Goethe, Charles Darwin, Anton Chekhov, Franz Kafka e Arthur Schopenhauer. L’ultimo di questi ha sempre sostenuto che il rumore fu un tormento durante tutta la sua vita.



Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.