Ultime Notizie

Consegnata a Sky News la lista del terrore

Una lista con ben 22mila nomi di presunti aderenti allo Stato islamico sarebbe stata consegnata all'emittente britannica Sky News da un presunto jihadista pentito in cerca di vendetta nei confronti del Califfo nero Al Baghdadi.


Sulla lista compaiono i nomi di jihadisti tristemente famosi per avere decapitato in diretta televisiva alcuni ostaggi occidentali e di tanti altri foreign fighters che hanno raggiunto le zone di guerra negli ultimi mesi. Se questa lista fosse autentica potrebbe rivelarsi una vera miniera d'oro di dati ed informazioni preziose per le forze di intelligence che da tanto tempo cercano di arrivare fino ai vertici dell'organizzazione terroristica.
Sulla lista si possono leggere i nomi di Abdel Bary, cantante rap londinese di 26 anni unitosi all'ISIS nel 2013 dopo una serie di viaggi segreti in Libia, Egitto e Turchia, dove sarebbe venuto in contatto con le idee più radicali, e anche quello di Junaid Hussain, hacker 21enne di Birmingham presunto responsabile del reclutamento e della propaganda via internet del sedicente Califfato.
I nuovi adepti del terrore, appena giunti nei campi di addestramento dell'ISIS, vengono portati in un vero e proprio ufficio del personale in cui devono compilare e firmare alcuni moduli di adesione che vengono poi archiviati. Il presunto pentito avrebbe trafugato i nomi proprio da questo archivio e li avrebbe copiati su una chiavetta USB prima di consegnare una copia dei file all'emittente britannica.


Ovviamente la lotta al terrorismo continuerà e non si può certo cantare vittoria, anche perché è molto difficile riscontrare l'autenticità del documento e non ci si può fidare di un presunto pentito in cerca di vendetta personale. Se si riuscirà a verificare la veridicità dei nomi sulla lista, la vita di chi combatte gli uomini in nero del sedicente Califfato potrebbe essere resa un po' più semplice, ma questo non significa che possiamo abbassare la guardia.
Proprio in questi giorni in Italia un imam che progettava attentati in grande stile a Roma è stato arrestato e questo vuol dire che molti potenziali attentatori sono già in Occidente pronti a colpire quando e dove meno ce lo aspettiamo.




Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.