Ultime Notizie

Il futuro che verrà: mente fredda e cuore al caldo

È impresa non da poco, in questi tempi, riuscire a far quadrare il budget famigliare quando la bolletta dell’energia impazza e le spese di riscaldamento vedono diversi zeri addebitati in conto corrente, in barba al generale crollo mondiale delle quotazioni di materie prime, il petrolio in primis.
Progressivo e generalizzato l’aggiustamento al ribasso per le spese domestiche, alimentari e utenze “multimediali”, ossia telefonia fissa/mobile e traffico internet, ma non così i prezzi dei combustibili per appartamenti/villette/condomini, non c’è l’inversione di tendenza che è già consolidata realtà di altri comparti di spesa, assicurativo e bancario compreso.



A mente fredda si deve perciò studiare, in un futuro molto prossimo, come viver bene (e stare al caldo) senza svenarsi. Per render più eco-efficienti immobili vecchi e nuovi si opera con una serie di interventi salva-energia realizzabili spendendo cifre ragionevoli. Con un budget che va da poche centinaia a qualche migliaia di euro è possibile ridurre da subito i consumi (e la spesa) recuperando poi questo investimento iniziale nell’arco di alcuni anni.
Da qualche migliaia di kWh elettrici per illuminazione e elettrodomestici a qualche decina di migliaia di kWh termici per produrre acqua calda, riscaldamento e altro (caldaia/boiler/condizionatore) è oggi possibile ridurre gli sprechi delle abitazioni grazie ad un’analisi energetica al fine di individuare i punti critici sui quali intervenire. Già noti i vantaggi delle lampade ad alta efficienza al posto di quelle ad incandescenza/alogene e quelli degli elettrodomestici classe A+ (frigorifero/lavatrice/lavastoviglie), è utilissimo prendere in considerazione le caldaie a metano al posto dei boiler elettrici, che consumano circa il 20% in meno.
Ovviamente per la villetta come per il condominio l’attenzione in generale è rivolta agli interventi sugli isolamenti e schermature (cappotto esterno/pannelli termoriflettenti) che consentono agli impianti di compensare salti termici inferiori, riducendo quindi i consumi (-30%) e conseguentemente abbattendo le emissioni climalteranti e la dipendenza energetica.
È praticamente impossibile invece quantificare il risparmio in bolletta dipendente dal cambio di infissi con elementi a bassa trasmittanza, anche se il confort va di pari passo con la salubrità degli ambienti quanto a fenomeni di condensa e formazione di muffe.


Discorso a parte per i tetti ben esposti a sud-ovest, 20-25 mq di superficie possono ospitare pannelli fotovoltaici e solari per azzerare o quasi la bolletta, e per ridurre i consumi di acqua calda sanitaria al minimo; questi interventi godono di benefici fiscali e non hanno controindicazioni legate alla condensa. Trascurabile l’importanza dei cosiddetti impianti “mini-eolici”, ossia pale di 2,3 metri montate sul tetto e diffusi soprattutto in Canada, Mongolia e Germania, la frontiera del futuro sembra essere quella inerente alle abitazioni che assorbono il calore dall’esterno e non hanno bisogno di caloriferi. In Germania se ne contano alcune decine di migliaia e se le vetrate la fanno da padrone, l’importanza dei serramenti speciali è fondamentale almeno quanto l’esposizione est-sud per ricevere più sole durante l’inverno; non disperdendo il calore, si riesce a mantenere una temperatura all’interno dell’abitazione sui 19-21 gradi d’inverno e 22-26 gradi d’estate mentre quella del parquet oscilla intorno ai 22 gradi.
Case inferiori ai 200 mq ad un costo inferiore a 400.000 euro e per le emergenze invernali è compresa una stufetta a legna per una spesa complessiva di una cinquantina di euro l’anno; sono però i materiali di coibentazione, cappotto compreso, e i pannelli solari e fotovoltaici che fanno di questa tipologia di abitazione una sorta di buen retiro per chi vuol vivere al caldo senza consumare un litro di carburante. Sarà questo il futuro che verrà?


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.