Ultime Notizie

Intervista a Carla Magnani, autrice del romanzo “Acuto”

Carla Magnani è una scrittrice ed ex docente alle scuole superiori e inferiori nella provincia di Milano e Brescia. Nata a Piombino, attualmente risiede in Lombardia; la scrittura rappresenta per lei valvola di sfogo.


Benvenuta Carla, raccontami un po’ di te e delle tue esperienze professionali.
È con immenso piacere che rilascio questa intervista. Che cosa c’è infatti di più bello della libertà e dell’idea che se ne fa portavoce. Riguardo alle mie esperienze lavorative, la prima è stata in Toscana dove ho esercitato per anni la libera professione di arredatrice di interni grazie al diploma conseguito a Firenze; solo in un secondo momento, trasferitami a Milano, ho iniziato a insegnare materie letterarie avendo una laurea in Lettere moderne.

Come hai iniziato con la scrittura?
In gioventù scrivevo poesie e ho anche vinto qualche premio, poi, per anni, ho abbandonato la scrittura. Solo abbastanza recentemente, in un momento di particolare stanchezza, ho dato spazio a una storia che da tempo si era fatta avanti nella mente e che puntualmente rimandavo. Devo ammettere che è stata un’esperienza terapeutica.

In passato hai curato le pubbliche relazioni di alcune gallerie d’arte nel milanese, sei quindi una donna dai mille interessi, come concili il tutto?
Oltre alla letteratura un altro mio grande amore è l’arte, ecco la ragione per la quale mi sono ritrovata a lavorare in gallerie nel centro di Milano. Quando si ha la fortuna di svolgere attività che senti congeniali, tutto diventa più facile, addirittura gratificante. Devo ammettere che imparare da nuove esperienze lo ritengo da sempre più stimolante di qualsiasi altra cosa.



Il tuo romanzo di esordio è Acuto edito da Gilgamesh Edizioni, parliamo di questo romanzo. Acuto è un titolo bellissimo che racchiude il racconto della trasformazione di una donna che può essere l’emblema di molte donne, Elisa, la protagonista, rappresenta molte di noi, è l’acuto di un’anima nascosta e ripiegata su sé stessa che finalmente riesce a esplodere e a vivere finalmente la sua realizzazione. Come ti è venuta l’ispirazione per questo romanzo?
Un esordio tardivo, ma credo che ogni cosa avvenga a suo tempo ed è quello che è accaduto con Acuto, un titolo che è nato contemporaneamente alla trama e che rispecchia la mia esigenza di sintesi, ricorda inoltre l’acuto in uno spartito musicale e quello che rappresenta per la protagonista: passare da una vita piatta a una vissuta nella sua pienezza. L’ispirazione è nata dall’esigenza di narrare una storia di pura fantasia, ambientata oggi ma con rimandi al passato e che si intreccia con avvenimenti e personaggi reali che hanno fatto la Storia degli anni che vanno dal ‘68 al ‘72 a Pisa. Un periodo troppo spesso trascurato e che ritengo utile riprendere se non altro come spunto di riflessione e di approfondimento per chi non l’ha vissuto e per chi, invece, era presente. I personaggi di Elisa, Ester e Marco non sono altro che alcuni esempi del pensiero e del modo di porsi di fronte agli eventi di quegli anni.


Il romanzo è scritto con chiarezza e ha una fluidità rara, come sei arrivata a questo stile di scrittura?
In modo del tutto naturale, senza forzature. Di sicuro aiutata dal fatto di aver insegnato a lungo e di aver fatto della chiarezza e fluidità punti di forza per far arrivare non solo nozioni, ma anche per coinvolgere emotivamente i miei studenti.

Quali sono i tuoi progetti futuri, continuerai con la scrittura?
Credo che la scrittura ormai sia entrata nella mia vita senza che io ne possa più fare a meno. È qualcosa che mi coinvolge e mi fa stare bene. Perché dovrei abbandonarla? Sto infatti lavorando al secondo romanzo e anticipo solo che sarà completamente diverso dal primo.



Grazie a Carla Magnani per l’intervista e vi invito a leggere Acuto, romanzo d’esordio della scrittrice.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.