Ultime Notizie

La jihad arriva con un SMS

Dalle indagini a tutto campo che gli inquirenti stanno compiendo per svelare i moltissimi punti ancora oscuri degli attentati che hanno colpito i Belgio in quella che doveva essere una tranquilla mattinata di marzo, è emerso che alcuni reclutatori jihadisti avrebbero mandato un SMS ad alcuni giovani della città per convincerli ad andare a combattere nelle zone di guerra tra le fila del sedicente Stato islamico.
Il messaggio sarebbe abbastanza chiaro ed inequivocabile, un vero e proprio invito ad unirsi agli uomini del Califfato in Siria ed Iraq e ad abbracciare in pieno le idee dell'islamismo più radicale.


Moltissimi giovani hanno negato di avere ricevuto il messaggio incriminato, ma altri hanno confermato di avere letto il testo sul telefono di amici e sembra che alcuni ragazzi con i capelli lunghi non si siano più presentati a scuola e di loro pare che si siano perse le tracce. È negli stessi quartieri in cui hanno vissuto gli attentatori che hanno preparato i micidiali attacchi di Parigi e della stessa capitale belga in cui i giovani sono più a rischio di radicalizzazione ed in cui proliferano le moschee ed i centri di culto illegali in cui Imam senza alcuna preparazione sulla religione islamica sottopongono i fedeli ad un vero e proprio lavaggio del cervello che li convince ad unirsi alla jihad nelle zone di guerra.


In quei quartieri come Molenbeek il rischio di ghettizzazione e di esclusione sociale è molto alto e le idee dei fondamentalisti circolano molto spesso anche con il passaparola sui principali social network, il canale di comunicazione preferito dai giovani.
Intanto, la lotta alla rete globale della jihad va avanti ed il governo belga in questi ultimi giorni ha approvato alcune leggi che permettono controlli e perquisizioni 24 ore su 24, istituiscono nuovi e più efficaci sistemi di comunicazione tra le forze di sicurezza e di intelligence e impongono pene più dure per i presunti fiancheggiatori del terrorismo internazionale.


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.