Ultime Notizie

Lise Meitner, una fisica che non perse mai la sua umanità

Lise Meitner nacque a Vienna il 7 novembre 1878 ed era la terza figlia dell’avvocato Philipp Meitner. Nonostante i suoi genitori fossero ebrei, ella non venne educata nella loro fede, anzi fu scelta la dottrina protestante. A causa degli strani decreti ministeriali della pubblica istruzione ottocentesca, che non prevedeva l’ammissione ai licei dalle ragazze, Lise concluse la sua istruzione alla terza media. A 22 anni, nel 1901, si diplomò in seguito agli studi da autodidatta e cominciò gli studi di Fisica, Matematica e Filosofia all’Università di Vienna. Si laureò nel 1906 con una tesi sulla conduzione termica in materie eterogenee e seguì il Dottorato in fisica all’Università di Vienna che le permise di essere accolta nell’Istituto di Fisica Teorica di Vienna.


Nel 1907 si trasferì a Berlino, per seguire le lezioni del celeberrimo fisico Max Planck, e incontrerà in quel periodo anche il giovane chimico Otto Hahn con il quale collaborò per trent’anni. Fin da subito la sua preparazione accademica fu messa su campo, grazie agli studi condotti come “ospite non retribuita”, nel laboratorio di Hahn. I lavori condotti da Lise sul campo della radioattività la misero in contatto con personalità del calibro di Albert Einstein e Marie Curie. Dal 1912 al 1915 lavorò come assistente non ufficiale per Max Planck, anche se nel 1913 divenne membro scientifico retribuito nell’Istituto di chimica Imperatore Guglielmo.
Durante lo scoppio del primo conflitto mondiale s’impegnò come infermiera per l’esercito austriaco in un ospedale militare. Nel 1918 Lise ottenne per la prima volta una sezione di fisica nucleare con uno stipendio adeguato. Nel 1926, dopo aver conseguito la libera docenza, divenne professoressa di fisica nucleare sperimentale all’Università di Berlino.
Nel 1938 l’Austria annesse la Germania e Lise Meitner, come cittadina tedesca ebrea, non fu più tollerata e dovette rifugiarsi in Svezia dove continuò le sue ricerche per l’Istituto Nobel fino al 1946. Ella non perse definitivamente i contatti con Otto Hahn anzi per lungo tempo tesero una corrispondenza epistolare. Nel 1938 ricevette una lettera sorprendente nella quale Otto le descrisse un fenomeno fisico ottenuto irradiando nuclei di uranio con neutroni lenti e chiese un’opinione alla raffinata scienziata. Nel 1939 Lise pubblica insieme al nipote Otto Robert Frisch sulla rivista Nature un articolo intitolato Disintegrazione dell’uranio da parte di neutroni: un nuovo tipo di reazione nucleare che funse un po’ da risposta ai quesiti posti dal collega Hahn qualche mese prima.
Durante una passeggiata nei boschi svedesi insieme al nipote, anch’egli fisico nucleare, riflesse sull’idea della fissione nucleare. Su questo modello gettarono le basi per lo sviluppo sperimentale della fissione nucleare per un futuro impiego come materia per armi nucleari o per energia nucleare. La Meitner si rifiutò di costruire una bomba atomica nonostante le molteplici richieste da parte degli Usa.
Nel 1944 Otto Hahn ricevette il premio Nobel per la chimica, mentre Lise conseguirà altri riconoscimenti e premi prestigiosi ma non ricevette alcun Nobel. Nel 1960 Lise andò a vivere a Cambridge presso il nipote fino al 1968 anno in cui si spense.


Per quanto riguarda la sua vita privata sappiamo soltanto che non fu mai sposata e non ebbe figli. Amava la natura e per riflettere sui problemi teorici adorava fare delle lunghe passeggiate nei boschi. Lise Meitner diceva di sé: “Amo la fisica, sarebbe difficile immaginare la mia vita senza. È una specie di amore personale, come per una persona a cui si deve molto. Io, che soffrirei tanto per una coscienza sporca, sono fisica senza nessuna cattiva coscienza”.
Anche se questa prestigiosa e acuta donna e scienziata non ha ricevuto riconoscimenti mondiali importanti, è stata (e sempre lo sarà) una delle figure femminili più importanti da ricordare durante la festa della donna.


Maria Carola Leone

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.