Ultime Notizie

Rai e calcio, un giornalismo ormai logoro

Vi ricordate il film del 2001 Il principe e il pirata? Eh sì, proprio una delle commedie più riuscite del toscano Pieraccioni sarebbe il titolo giusto per lo scontro tra Claudio Marchisio e Marco Mazzocchi andato in scena la settimana scorsa a margine della partita di Coppa Italia tra Inter e Juventus.


Su Twitter lo juventino ha scritto “Telecronaca fatta da un non vedente” e il giornalista ha risposto “Questo tweet non è da futuro capitano della Juventus e della Nazionale”. Non si tratta certo di parole edificanti e, nonostante le scuse arrivate nei giorni seguenti, lasciano un senso di amaro in bocca, perché davvero non riusciamo a capire con quale leggerezza si possa scomodare una categoria di persone con una grande disabilità, quella dei non vedenti, per evidenziare i limiti di una persona normodotata.
Detto ciò, ribadendo l'assoluto poco gusto con cui è stato evidenziato il problema, non possiamo non trattare un problema. Nella cultura moderna è uso comune, nel caso in cui venga sbagliato il modo di porre una questione, fermarsi solo alla forma e chiuderla lì. Alzi la mano chi, seguendo una partita della nostra amata Nazionale di calcio o della sopracitata Coppa Italia trasmesse in esclusiva da mamma Rai, non ha mai arricciato il naso ascoltando il commento tecnico, spesso arricchito da scambi di persona, pittoresche e fantasiose letture sulle più semplici azioni di gioco spesso lontane dalla realtà! 


Se Mediaset e Sky si contendono giornalisti a suon di milioni e questi risultano spesso preparati, conoscitori dei temi trattati, competenti e figli di un giornalismo fresco e giovane, è plausibile pensare che la Rai, con giornalisti vecchi ed ingrigiti, possa offrire lo stesso prodotto? Volpi, Varriale, Cerqueti, Mazzocchi e Goria sono in Rai da tantissimo tempo e sono così avvinghiati alle loro poltrone da essersi probabilmente consumati le unghie. Questo nella pubblica azienda Rai è abbastanza comprensibile, ma è strano non accorgersi che il giornalismo sportivo è cambiato radicalmente… e talvolta cambiare la cravatta non basta!


Gabriele Rossi


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.